Facevano mangiare al figlio di soli 18 mesi solo frutta e verdura. Una dieta che si potrebbe definite vegana ma che è stata letale per il piccolo che è letteralmente morto di fame. È successo lo scorso mese di settembre a Cape Coral, in Florida, dove i genitori del piccolo, Ryan e Sheila O’Leary, rispettivamente di 30 e 35 anni, sono stati infine arrestati la scorsa settimana per omicidio colposo dopo la conferma della causa del decesso con i risultati dell'esame post mortem. L’autopsia ha infatti rilevato che il bambino soffriva di complicazioni di salute dovute alla malnutrizione e alla disidratazione: a poco più di un anno di vita pesava solo 7 chili, quanto cioè un neonato di sette mesi, mentre mani, piedi e gambe erano gonfi. Sotto accusa è finita la dieta dei genitori, che mangiavano solo frutta e verdura crude e che nella sua ultima settimana di vita avevano nutrito il figlio solo con latte materno.

La coppia ha altri due figli di tre e cinque anni, anche loro sottopeso e pallidi, mentre una terza figlia, di 11 anni, invece, sarebbe in salute: secondo la polizia, che l’ha interrogata, quest'ultima era infatti figlia di una precedente relazione della donna e spesso andava a trovare il padre, mantenendosi così più sana grazie ai periodi di permanenza dall’uomo. Sheila, interrogata dalle forze dell'ordine, ha dichiarato di essersi accorta che il bimbo non stava bene ma di essersi addormentata insieme al marito. Dopo essersi svegliata, hanno notato che il piccolo non respirava più e hanno chiamato i soccorsi, che una volta giunti sul posto non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso. La settimana prima della tragedia il bambino era stato nutrito solo con latte materno e la madre ha anche confessato che in tutto questo tempo non è mai stato visitato da un medico. I due figli biologici di Ryan e Sheila sono stati allontanati dalla famiglia e affidati ai servizi sociali.