236 CONDIVISIONI
12 Gennaio 2016
08:24

Colonia, nei rapporti di polizia l’elenco shock delle violenze di Capodanno

La Bild pubblica l’elenco delle violenze di Capodanno registrate dalla polizia nella città tedesca che mettono di nuovo sotto accusa le autorità locali per non essere intervenute.
A cura di Antonio Palma
236 CONDIVISIONI

La stampa tedesca lo ha già ribattezzato l'elenco shock, si tratta del rapporto di polizia sulle aggressioni e le violenze avvenute la notte di Capodanno a Colonia nei confronti di decine di donne durante i festeggiamenti di piazza per l'arrivo del nuovo anno. Il documento, composto da 13 pagine e pubblicato dalla Bild online, descrive minuziosamente tutte le violenze denunciate e accertate per quella notte che per tante donne si è rivelata un incubo. Il linguaggio è didascalico e tipico della burocrazia ma restituisce bene il clima che si è respirato nei dintorni della piazza della stazione centrale di Colonia con decine di aggressioni a sfondo sessuale e a scopo di furto.

Nell'elenco ad esempio si legge che a mezzanotte esatta una donna è stata infastidita da un gruppo di persone. "Lei e la madre sono state palpeggiate, una persona ha cercato di baciarle mentre un complice rubava il portafoglio dalla borsa. Rubato il portafoglio con diverse carte di credito" si legge nel rapporto delle forze dell'ordine. Poi è un lungo elenco di aggressioni: "Ore 0:50, piazza del Duomo: più donne vittime, a tutte hanno cercato di infilare dita nella vagina, non riuscito grazie a collant. A tutte sono stati palpati seni e sedere. Una vittima è stata penetrata con un dito. Ore 01:30, Breslauer Platz: infilata mano nel pantalone, palpeggiato il sedere. Messa mano nella borsa, rubato il telefonino e toccata dappertutto. Telefonino via". E ancora "Ore 4:15, piazza della stazione: l'accusato ha palpeggiato più volte tra le gambe (il colpevole è stato arrestato). Ore 03:40, piazza del duomo: gruppo di 20 uomini nordafricani ha infilato mani nel pantalone davanti. In seguito rubato portafoglio".

Secondo lo stesso rapporto tra le vittime degli assalti ci sono anche uomini, alcuni in piazza da soli, altri presi di mira mentre accompagnavano amiche o fidanzate. Anche ala luce di questo report la polizia tedesca è di nuovo sotto accusa non solo per non aver compreso subito quanto stava avvenendo a più riprese e quindi non è intervenuta, ma anche perché al mattino dopo, con un tweet, annunciava ufficialmente che tutto si era svolto pacificamente e senza incidenti.

Intanto non si placa la tensione in Germania. Dopo la caccia allo straniero scattata domenica a Colonia, anche a Lipsia lunedì sera sono stati attaccati diversi negozi di stranieri. Secondo la polizia le violenze sarebbero opera di gruppi di neonazisti legati alle tifoserie locali. Decine di persone con il volto coperto hanno lanciato pietre contro le vetrine e acceso fumogeni pria dell'intervento della polizia. Per questo Il governo tedesco sta lanciando continuamente appelli ad evitare la xenofobia ricordando che bisogna assolutamente evitare di alimentare un sospetto generale su immigrati e rifugiati.

236 CONDIVISIONI
Violenze e abusi su minori soli, respinti alle frontiere: l'orrore nel rapporto di Save The Children
Violenze e abusi su minori soli, respinti alle frontiere: l'orrore nel rapporto di Save The Children
Chiama la polizia simulando di voler ordinare una pizza: gli agenti la salvano da violenza domestica
Chiama la polizia simulando di voler ordinare una pizza: gli agenti la salvano da violenza domestica
Uccide moglie e figlia di lei in casa, il killer: “Ero vessato e mio figlio le ha fatto da scudo”
Uccide moglie e figlia di lei in casa, il killer: “Ero vessato e mio figlio le ha fatto da scudo”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni