Covid 19
7 Dicembre 2021
22:33

Austria, da lunedì stop al lockdown generale: le restrizioni saranno solo per i non vaccinati

Da lunedì 13 dicembre l’Austria interromperà il lockdown generalizzato per mantenere le restrizioni soltanto per i no-vax. Il governo vuole infatti incentivare le vaccinazioni.
A cura di Gabriella Mazzeo
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In Austria finirà questo lunedì 13 dicembre il lockdown generale per prevenire un ulteriore aumento dei contagi da Covid-19 nel Paese. Le chiusure però continueranno ancora per i non vaccinati. Lo ha annunciato il cancelliere Karl Nehammer, aggiungendo che con il lockdown generalizzato è venuto meno un incentivo per la vaccinazione che invece è fondamentale per controllare la situazione dei nuovi infetti sul territorio nazionale. Per questo motivo le restrizioni resteranno soltanto per coloro che non hanno prenotato la loro prima o seconda dose di vaccino anti-Covid. Il cancelliere non ha inoltre escluso ulteriori diversificazioni nei laender più colpiti dalla pandemia.

In Austria i non vaccinati potranno uscire soltanto per lavoro, urgenze riguardanti motivi di salute e per provvedere ai propri bisogni primari come la spesa o l'acquisto di medicine. I no-vax potranno inoltre uscire soltanto nella prossimità della propria abitazione per brevi passeggiate. Da lunedì 13 dicembre invece chi ha completato il proprio ciclo vaccinale potrà circolare di nuovo liberamente anche in vista dei prossimi mercatini di Natale. Le misure infatti sono state adottate principalmente per salvare l'economia e il turismo del periodo natalizio.

Prima del lockdown l'Austria registrava un picco di più di 15mila nuovi casi giornalieri. Ad oggi, 7 dicembre, il numero di nuovi positivi è in calo: sono 4.233 i nuovi contagi da Covid e 77 i decessi delle ultime 24 ore. Nonostante questo, il governo punta a favorire la vaccinazione di massa. In questo arco temporale le prime dosi sono aumentate di poco. In Austria lo scorso 20 novembre, prima del lockdown, il 70,2% della popolazione aveva ricevuto almeno una prima dose mentre il 65,6% aveva completato il ciclo vaccinale con due dosi. Secondo gli ultimi dati disponibili aggiornati al 4 dicembre, il 71,8% degli austriaci ha conseguito la prima dose. Il 67,8% ha completato il ciclo di vaccinazione mentre solo il 26% ha ricevuto la terza dose (contro il 14,7% registrato prima del lockdown). In tre settimane il tasso di vaccinati è aumentato di pochi punti percentuali. Il governo però punta a risolvere il problema alla radice: dal 15 febbraio 2022 Vienna intende rendere obbligatoria la vaccinazione anti-Covid. Il testo di legge sarà presentato la prossima settimana. Chi non rispetterà l'obbligo dovrà pagare multe fino a 3.600 euro all'anno.

29695 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni