6 Luglio 2021
09:56

Australia, la denuncia dell’ex parlamentare Julia Banks: “Sono stata molestata da un ministro”

Molestie sessuali avvenute nel 2017 durante una seduta del Parlamento. La vittima è l’avvocato ed ex parlamentare del partito Liberale Julia Banks che ha denunciato in un libro di essere stata molestata da un attuale ministro del governo Morrison: nessun nome ma un’accurata descrizione dei fatti. Negli scorsi mesi tra febbraio e marzo in Australia sono emersi diversi scandali su abusi sessuali riguardo alcuni importanti funzionari e politici.
A cura di Chiara Ammendola
Julia Banks
Julia Banks

Molestie sessuali da parte di un ministro nei confronti di Julia Banks, ex deputata del governo australiano, che in un'autobiografia ha raccontato per la prima volta l'episodio che l'ha vista protagonista nel 2017: "Ha messo la mano appena sopra il mio ginocchio, si è avvicinato lentamente e deliberatamente alla mia coscia e poi più in alto sulla mia gamba", le parole dell'ex avvocato che ha poi lasciato il partito Liberale nel 2018 dopo l’arrivo di Morrison alla guida del governo.

Ha allungato le mani sulla coscia e poi più in alto sulla mia gamba

Nessun nome del suo molestatore ma solo un riferimento al fatto che l'uomo è un attuale membro del governo guidato proprio Scott Morrison. L'episodio sarebbe avvenuto, così come descritto nel libro autobiografico, durante una seduta del Parlamento nel 2017 all’interno dell’ufficio del primo ministro, mentre aspettava assieme ad altri membri della coalizione il risultato di un voto notturno nella Camera dei deputati. È qui che un suo collega l'avrebbe toccata “in maniera completamente inappropriata”. Un gesto che la stessa Banks ha definito “incredibilmente sfacciato”.

Il primo ministro Morrison: Nessuno era a conoscenza dell'accaduto

Sulla vicenda è intervenuto anche il primo ministro Liberale Scott Morrison che ha definito il comportamento del parlamentare "del tutto inappropriato". Attraverso una nota ufficiale, lo stesso Morrison ha aggiunto che il partito dove ha militato Julia Banks fino al 2018 non era al corrente delle accuse dell'ex avvocato e di averle apprese solo ora. Le accuse di Banks giungono dopo mesi di incessanti polemiche dopo che, tra febbraio e marzo scorsi, in Australia erano emersi diversi scandali su abusi sessuali e comportamenti inappropriati che avevano coinvolto alcuni importanti funzionari e politici, tra cui alcuni esponenti del Partito Liberale. Vicende che hanno spinto migliaia di donne a manifestare contro le violenze di genere e il sessismo nella politica del governo di Morrison.

Istituita una commissione d'inchiesta interna dopo i casi di violenza sessuale in Australia

L’ex parlamentare Julia Banks ha fatto sapere che invierà una copia del suo libro autobiografico alla commissione istituita dal governo lo scorso marzo, proprio in seguito ai diversi casi di violenza sessuale che hanno investito la politica australiana, ma ha aggiunto che la sua collaborazione con la commissione si limiterà a questo, affermando di non poter essere sicura che la sua privacy sarebbe protetta “sulla base della mia esperienza diretta con il governo Morrison”.

Vanessa Zappalà, il carabiniere che raccolse la denuncia contro l'ex: "Era diventata una sorella"
Vanessa Zappalà, il carabiniere che raccolse la denuncia contro l'ex: "Era diventata una sorella"
Vanessa Zappalà è vittima di uno Stato che non è in grado di proteggere le donne
Vanessa Zappalà è vittima di uno Stato che non è in grado di proteggere le donne
Si allontana mentre gioca e si perde nei boschi, bimbo di 3 anni trovato vivo dopo tre giorni
Si allontana mentre gioca e si perde nei boschi, bimbo di 3 anni trovato vivo dopo tre giorni
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni