129 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Amici di Maria De Filippi 2023/2024

Serale di Amici 2024, le pagelle della seconda puntata: brilla Sarah Toscano, ancora male Holden

Stasera, sabato 30 marzo, è andata in onda la seconda puntata del serale di Amici: eliminati Nicholas e Giovanni, brillano Sarah Toscano e Lil Jolie. Qui le pagelle.
A cura di Vincenzo Nasto
129 CONDIVISIONI
Sarah Toscano e Holden, foto X Account @AmiciUfficiale
Sarah Toscano e Holden, foto X Account @AmiciUfficiale
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Stasera, sabato 30 marzo è andata in onda la seconda puntata del Serale di Amici 2024 dove si sfidano gli allievi del talent di Maria De Filippi. Dopo mesi di attesa, sono state distribuite le 15 casacche dorate ai migliori interpreti di questa edizione, che sono divisi in tre squadre. La prima capitanata da Rudy Zerbi e Celentano, la seconda da Emmanuel Lo e Lorella Cuccarini, mentre l'ultima squadra viene diretta dalla coppia Anna Pettinelli – Raimondo Todaro. Arrivati al Serale, cambiano anche i giudici di Amici 2024: a scegliere del destino dei giovani artisti il trio Cristiano Malgioglio, Giuseppe Giofrè e Michele Bravi. La seconda puntata del serale vede trionfare Sarah Toscano che convince il pubblico con Abcdefu di Gayle: ancora assente Holden, che appare spaesato in Fai Rumore di Diodato. Vengono eliminati Nicholas e Giovanni. Qui le pagelle.

Holden, voto 5: Spaesato

C'è chi indica nella bravura di un cantante la capacità di essere uno specchio, luminoso e riflettente, del proprio pubblico. Osservare Holden stasera, alla ricerca di una propria chiave in tre coraggiose sfide, non ha restituito la stessa energia. Quasi oscurandosi dietro al microfono, come nel caso di Heaven di Bryan Adams, non c'è più che il necessario: un'esibizione di buona timbrica. La mancanza di una sincera sinergia con il potere del brano però si tocca nel ritornello di Fai Rumore: le finestre rimangono chiuse, non c'è una luce da raggiungere e toccare. Vince entrambe le sfide, ma aspettarsi qualcosa in più, soprattutto dopo la prima puntata, è necessario per la sua crescita.

Lil Jolie, voto 7: Nemesi

Non c'è certezza che nell'incoscienza di due esibizioni come E non finisce mica il cielo e Thank You di Dido, Lil Jolie abbia trovato il suo antibiotico per una bronchite palesata dopo la prima esibizione. Come per Michele Bravi, risulta completamente inatteso il suo deficit di salute, ma riesce lo stesso a salire su ogni nota nel ritornello finale di Thank You. Sembra non stia lottando più contro di sé, contro ciò che la spaventa: nell'oceano discografico una voce così serve.

Martina voto 6,5: Comfort Zone

Nella categoria canto, Martina rappresenta lo standard d'esibizione più alto di quest'edizione del Serale. Non ha ancora messo un piede sbagliato fuori dal letto, non ha mostrato un centimetro di debolezza nella sua musica, arrivando sempre con totale chiarezza al pubblico. La sua voce stasera, nell'unica esibizione acappella della serata (come sottolinea l'insegnante Anna Pettinelli), è distinta, con maggiori sfumature rispetto alla prima puntata. Ineccepibile al punto che Cristiano Malgioglio, per poter commentare l'esibizione, le dà un consiglio sull'acconciatura. Sarà interessante vederla fuori dai dipinti chiari come Imagine di John Lennon.

Mida voto 6,5: Troppo bravo per rischiare

Ci sono due livelli interpretabili nelle esibizioni di Mida: da una parte, la dimensione del "concedersi al pubblico" sembra quasi sacra nei suoi tentativi di coinvolgerlo. Fisicamente, traina lo studio e la sua energia anche quando canta Chiamami ancora amore di Roberto Vecchioni. Mostra coraggio, indossa i panni di chi ha troppi pochi anni per poter trasmettere ciò che canta Vecchioni, senza fuggire via. Così tanto coraggio che svela poi troppo presto le sue intenzioni con Rosalina, poco dopo: è la sua musica, è il suo ritmo, ma soprattutto è il suo pubblico principale, finora. Incespica in qualche nota, sacrificio di una presenza scenica costante e sempre alla ricerca di uno sguardo migliore: sembra il più pronto a un palco, oltre quello di Amici, ma il viaggio è lungo.

Petit voto 5,5: Un cuore matto che non lo segue

Tra i preferiti del pubblico e si capisce subito il perché, quando si presenta con Suavemente, a cui aggiunge anche alcune barre e mostra chiaramente di padroneggiare la materia. I colori di cui parla Michele Bravi sono lucidi e accattivanti, soprattutto dopo il momento di distrazione precedente, in cui Zerbi ha monopolizzato l'attenzione. Cominciare così, ribaltando la scelta della scorsa puntata in cui era partito con Don Raffè, carica di maggiori aspettative il medley di Little Tony. Qui cade, prima musicalmente, quando aspetta i primi due brani, quasi sonnecchiando, arrivando a Cuore Matto in cui cerca la propria esaltazione. Poi anche visivamente, quando utilizza la mimica rap anche in brani in cui sembra confondere l'ascoltatore: non brilla nelle scelte altrui, bisognerà trovare abiti musicali più comodi per la prossima puntata.

Sarah Toscano voto 7,5: Atto I, la liberazione

Abbiamo assistito alla miglior esibizione della serata, alla più sprezzante espressione d'energia e sincerità che potessimo attenderci da Sarah Toscano. Il suo viaggio con Abcdefu di Gayle è la liberazione più limpida, e sorprende sentirla respirare vicino al microfono mentre canta, quasi sopraffatta dalla soddisfazione. È difficile togliersi di dosso un'immagine così giovane e ingenua che si è trascinata sulle spalle fino a questa puntata. Un segno di progresso inatteso, quasi incredibile, dopo una prima esibizione che aveva lasciato addosso la stessa sensazione delle precedenti: una voce smaliziata, soffice come velluto, ma quasi impalpabile nelle sue variazioni e nelle sue vibrazioni, come in Bambola di Betta Lemme. Finalmente un punto esclamativo da assegnarsi in questo percorso.

Lorella Cuccarini ed Emanuel Lo, voto 6: Una partita in difesa

Se stasera raggiungono solo la sufficienza, non è per una loro mancanza, ma per ritmi che non riescono a difendere sin in fondo. Vincono e lo fanno ai danni di Rudy Zerbi e Celentano, privandoli di un ballerino come Giovanni, dopo aver perso Nicholas. Non stravincono nemmeno nel ballo "cubano", anche perché vittime di una prestazione fuori dal coro di Anna Pettinelli e Raimondo Todaro. Lo stesso ballerino che, anche sconfessato dai giudici e dagli altri insegnanti, riesce a rubare a Lo un suo ballerino di fiducia. Potrebbe esser diventato Todaro-Lo la nuova rivalità nel ballo all'interno della trasmissione? Nicholas e Giovanni ne sono le prime vittime.

Rudy Zerbi e Alessandra Celentano, voto 5: Non c'è pace, neanche per i baffi di Zerbi

In una puntata in cui non c'è pace, i segnali di una discesa erano lì, sin dai primi minuti di trasmissione. Sin da quando gli sguardi di Alessandra Celentano si posavano, quasi sprezzanti, all'indirizzo di Nicholas. E poi su Todaro, e poi sui giudici dopo la sfida persa con Lorella Cuccarini. In un clima del genere, si invoca quasi l'arrivo di Zerbi, nello scontro dialettico con Anna Pettinelli, nella gag sulla bravura nell'accoppiare le sfide. Purtroppo il torero, con pelo villoso, lo si vede solo nella sfida del guanto, sulle note di Mon Amour di Gigi D'Alessio: per il resto la strategia li condanna, bisognerà poi ritrovare la pace.

Anna Pettinelli e Raimondo Todaro, voto 7: Sono già diventati i villain

Benvenuti nella villain era di Anna Pettinelli e Raimondo Todaro: accomodatevi. Il menù riserva uno scontro iniziale di Anna Pettinelli con Mida, un discorso che si protrae da mesi in cui l'intervento di Michele Bravi su Martina "È così brava che non c'è bisogno, per sottolineare il suo talento, di screditare quello degli altri", fa quasi insorgere l'insegnante. Per tranquilizzarla c'è l'intervento di Todaro che quasi la porta via da uno scontro verbale in atto: toni accesi anche con Lorella Cuccarini, che mostrano già il look della serata. Ma a brillare, in questa diabolica veste è Raimondo Todaro: il ballerino, investito dalle critiche di tutti, risponde sempre in attacco, indicando anche al giovane Nicholas di non "frignare". Ma il punto esclamativo è la loro esibizione con una lambada: riconoscere a Todaro la bravura nelle sue prese, non vuol dire che bisogna minimizzare in alcun termine il coraggio di Pettinelli, che gira vorticosamente, rischiando anche il collo in una presa a pochi centimetri dal pavimento. In uno stato di totale tranquillità finisce di girare in volo, mette per alcuni secondi i piedi a terra, e riassume lo sguardo di sfida nei confronti dei suoi colleghi. Oggi si festeggia, oggi si saluta da lassù.

Le squadre del Serale di Amici 2024

Squadra Lorella Cuccarini ed Emanuel Lo

Lucia Ferrari (ballerina)
Mida (cantante)
Sarah Toscano (cantante)
Sofia Cagnetti (ballerina)

Squadra Rudy Zerbi e Alessandra Celentano

Dustin Taylor (ballerino)
Holden (cantante)
Marisol Castellanos (ballerina)
Petit (cantante)

Squadra Anna Pettinelli e Raimondo Todaro

Gaia De Martino (ballerina)
Lil Jolie (cantante)
Martina Giovannini

129 CONDIVISIONI
276 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views