30 Settembre 2021
15:22

Gli appuntamenti più interessanti del festival di Internazionale a Ferrara

Dopo le limitazioni dello scorso anno, il Festival di Internazionale torna in presenza per la sua quindicesima edizione: dal 1 al 3 ottobre 2021, nella tradizionale location di Ferrara, andranno in scena due giorni di dibattiti, laboratori e rassegne, con le rassegne, per un totale di 100 ore di programmazione scandite dalla presenza di 137 ospiti provenienti da 27 paesi.

Dopo le limitazioni dello scorso anno, il Festival di Internazionale torna in presenza per la sua quindicesima edizione: dal 1 al 3 ottobre 2021, nella tradizionale location di Ferrara, andranno in scena due giorni di dibattiti, laboratori e rassegne, con le rassegne, per un totale di 100 ore di programmazione scandite dalla presenza di 137 ospiti provenienti da 27 paesi. Anche per questa quindicesima edizione gli incontri saranno gratuiti e su prenotazione. Per l'occasione oggi, giovedì 30, Colapesce e Dimartino inaugureranno la manifestazione con un concerto a cura di Ferrara sotto le stelle.

Festival di Internazionale a Ferrara: geopolitica, tra Siria e Afghanistan

Tanti i temi salienti che saranno approfonditi a Ferrara, tutti relativi ai nodi cruciali della geopolitica contemporanea, a partire dalla necessità di individuare nuove modalità di narrazione del conflitto tra Israele e Palestina. Un dibattito cui parteciperanno Mariam Barghouti, giornalista e ricercatrice nata a Ramallah, e il poeta palestinese Mohammed El Kurd, tra le 100 personalità più influenti del 2021 secondo il Time. Anche la guerra civile siriana occuperà un posto di rilievo nell'agenda del festival, grazie all'incontro con lo scrittore e dissidente politico Yassin al Haj Saleh. Ovviamente, non mancherà una certa attenzione per lo scisma afghano e il ritorno al potere dei talebani: il 1 ottobre, alle ore 21, Junko Terao modererà l'incontro "Missione fallita", a cui parteciperanno anche Gastone Breccia ed Emanuele Giordana.

Festival di Internazionale a Ferrara: linguaggio inclusivo e dipendenze

Centrali anche i temi dell'inclusività e della diversity, oggetto dell'incontro tra Kübra Gümüşay, linguista tedesca e attivista contro l’hate speech, e la sociolinguista Vera Gheno. Tra gli ospiti anche il filosofo Fabio Cantelli Anibaldi, ex membro della Comunità di San Patrignano e tra i protagonisti della fortunata docuserie Netflix “Sanpa”, che discuterà con il sociologo Luigi Manconi sui limiti del bene nella cura delle dipendenze. Saranno a Ferrara anche la scrittrice e giornalista turca Ece Temelkuran, la scrittrice e traduttrice Claudia Durastanti, lo scrittore argentino Martín Caparrós e il giornalista sudamericano Mark Gevisser che affronterà il tema dell'identità Queer. Non mancheranno focus specifici su crisi climatica e sostenibilità ambientale, identità di genere e attivismo dei giovani africani. Una tre giorni da non perdere, in cui la città estense si trasformerà per 72 ore nella redazione più grande del mondo. Qui il programma completo.

Tutto il Festival di Sanremo in un libro, da Nilla Pizzi ai Måneskin
Tutto il Festival di Sanremo in un libro, da Nilla Pizzi ai Måneskin
Va a un appuntamento al buio e rimane bloccata con l'uomo per colpa del lockdown covid
Va a un appuntamento al buio e rimane bloccata con l'uomo per colpa del lockdown covid
Salento, trovato nell'Ecocentro per i rifiuti il corpo di Andrea Ferrari scomparso da giorni
Salento, trovato nell'Ecocentro per i rifiuti il corpo di Andrea Ferrari scomparso da giorni
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni