“I miei amici cinesi mi hanno insegnato che se ho un problema posso curarmi con l’acqua calda. Hai la febbre? Acqua calda. Hai mal di pancia? Acqua calda. Sei stressato? Acqua calda. L’acqua cinese fa miracoli”. Carlo Dragonetti, ha 24 anni e viene da Trani. Si è appena laureato all’università Normale di Shangai ed il suo discorso pronunciato in occasione della cerimonia per il suo riconoscimento accademico ha conquistato i social network, Weibo (il Twitter locale) su tutti, totalizzando milioni di visualizzazioni tanto che il giovane è stato anche intervistato dalla tv di Stato cinese. Lo stesso studente ha raccontato la sua esperienza su Facebook.

"Mi è successa una cosa incredibile quando ho tenuto un discorso in Cinese per la cerimonia di laurea della mia università davanti ad 8.000 persone.  È stato emozionante ma soprattutto esilarante sin dal primo momento quando ho esordito dicendo… vabbè che ve lo dico a fare, era in cinese!  In ogni caso questa non è neanche la cosa più incredibile: oggi dopo sole 24h ore il video del mio discorso è diventato virale in tutta la Cina ed ha raggiunto su weibo più di 100 milioni di visualizzazioni totali tra tutte le pagine che lo hanno pubblicato, praticamente quasi il doppio di tutta la popolazione italiana!" ha scritto Dragonetti.

Ad un certo punto il ragazzo saluta i genitori: “Sono lì, hanno fatto un lungo viaggio dall'Italia solo per me, perché tanto non conoscendo il cinese non capiranno il discorso. Per questo li ringrazio di cuore. Comunque, ho già detto a loro di applaudire e sorridere quando tutti gli altri lo fanno”. Un discorso tutto  fondato sull’ironia che ha davvero travolto il pubblico: “Questa esperienza allo studio mi ha aperto alla mente e fatto conoscere nuove culture. Ci sono tanti altri studenti stranieri che si stanno laureando insieme a me, siamo la dimostrazione che dobbiamo credere in noi stessi, siamo il futuro della Cina e del mondo intero” ha concluso.