In una situazione di stallo ormai consolidata per la formazione del nuovo governo, le sue invettive contro il M5S erano sembrate lo strappo decisivo per uscire dall'impasse politica che si è venuta  a creare dopo le elezioni, ma a 24 ore di distanza Silvio Berlusconi ha deciso di fare un passo indietro, ricucendo lo strappo che si stava creando con Matteo Salvini. L'occasione è stato l'incontro coni giornalisti dopo il comizio al Centrum Palace di Campobasso prima di raggiungere Bagnoli sul Trigno, dove Berlusconi è impegnato in queste ore per la volata finale per le elezioni regionali del Molise ."Il centrodestra è unito e Matteo Salvini è la persona che deve esprimere il leader" ha assicurato infatti  oggi il numero uno di Forza Italia, smentendo le parole di ieri.

"Non ho mai detto di voler formare un governo coi voti dem, ma che avremo dovuto presentarci in Parlamento con il nostro programma e raccogliere i voti di chi non vuole nuove elezioni" ha tenuto infatti a precisare Berlusconi, aggiungendo: "Non c'è alcun contatto con il Partito democratico. Lo stato di salute del centrodestra è buono. Siamo sempre assolutamente convinti che dobbiamo formare un esecutivo". Un deciso dietrofront dunque rispetto ai toni usati venerdì quando il leader di Forza Italia infatti si era lasciato andare a giudizi forti sui Cinque stelle, arrivando a dichiarerei che nelle sue aziende gli esponenti dell’M5S avrebbero al massimo "lavato i cessi", mentre aveva auspicato al contrario un governo con il Pd. Del resto la sua uscita non era piaciuta proprio a Salvini che ha aveva risposto duramente: "Berlusconi è inascoltabile, noi e M5S siamo la novità, se vuole governo col Pd faccia da solo". Una quasi rottura che avrebbe scombinato le carte in tavola e che probabilmente ha portato Berlusconi a chiarire e ridimensionare le sue parole.

Di Maio: "Con la Lega e Salvini si può fare un buon lavoro"

Intanto la trattativa tra Di Maio e Salvini sembra però che sia andata molto avanti. "Con Salvini si possono fare grandi cose", ha tenuto infatti a sottolineare oggi il leader del M5S appena arrivato al Salone del mobile di Milano, elogiando il segretario leghista. "Io credo fortemente nel fatto che con la Lega si possa fare un buon lavoro e cose molto importanti per il Paese" ha aggiunto Di Maio, proseguendo: "So bene il momento politico che sta vivendo il Carroccio, ma ho avuto modo di testare la sua affidabilità quando abbiamo eletto le cariche istituzionali in Parlamento e sono sicuro che la Lega, se sottoscriverà il contratto con il M5S , terrà fede ai patti". "Aspettiamo le deduzioni del presidente della repubblica. Ma io ce la metterò tutta" ha concluso.