23 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Ucraina, Zelensky: “A Bakhmut e nell’Est si decide il nostro futuro”

La situazione nell’est è molto dura e molto dolorosa. A dirlo è il presidente ucraino Volodymyr Zelensky secondo cui a Bakhmut si decide il futuro dell’Ucraina.
A cura di Chiara Ammendola
23 CONDIVISIONI
Un carro armato ucraino verso le posizioni russe in prima linea nei pressi di Bakhmut
Un carro armato ucraino verso le posizioni russe in prima linea nei pressi di Bakhmut
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

A Bakhmut la situazione è dura e dolorosa ed è lì che si deciderà il futuro dell'Ucraina. A dirlo è il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che, nel suo consueto discorso serale, ha ringraziato i soldati che hanno messo a rischio la propria vita nelle battaglie in corso a Est e ha affermato che il futuro del suo paese verrà deciso proprio nell'Ucraina orientale.

“La situazione nell'est è molto dura e molto dolorosa – le parole del leader ucraino – dobbiamo distruggere il potere militare del nemico, e lo faremo”.  Zelensky ha proseguito spiegando che "a Belogorivka, Maryinka, Avdiivka, Bakhmut, Vuhledar e Kamianka si sta decidendo quale sarà il futuro dell'Ucraina".

“Qui si combatte per il nostro futuro – ha continuato il presidente ucraino nel suo video messaggio – ringrazio tutti coloro che attualmente stanno combattendo. Grazie a tutti coloro che difendono le loro posizioni e combattono per l'Ucraina e i loro fratelli”. E poi il riferimento ai soldati della 92a brigata meccanizzata separata "per le loro azioni di successo nell'area di Bakhmut".

“Oggi abbiamo parlato anche di sminamento, cosa di vitale importanza – ha proseguito Zelensky – ad oggi, più di 170mila chilometri quadrati del nostro territorio rimangono pericolosi a causa di mine nemiche e proiettili inesplosi. Una parte significativa di questo territorio è la terra dei nostri contadini, la terra che veniva coltivata. Quindi oggi abbiamo discusso su come intensificare questo lavoro: accelerare lo sminamento e aumentare la cooperazione pertinente con i partner”.

Di oggi la notizia che il presidente ucraino potrebbe incontrare la prossima settimana il suo omonimo cinese, Xi Jinping, che volerà a Mosca per un colloquio con Putin. Un incontro voluto fortemente dalle autorità statunitensi che hanno incoraggiato il presidente cinese a "parlare direttamente" con Zelensky.

“Crediamo che la Cina e il presidente Xi debbano avere chiaro anche il punto di vista di Kiev per quanto riguarda il conflitto, e non solo quello di Mosca”, ha spiegato il consigliere per la sicurezza nazionale Usa, Jake Sullivan, sottolineando che Washington ha invitato le autorità cinesi ad avviare una interlocuzione con l'Ucraina "pubblicamente, e anche privatamente".

23 CONDIVISIONI
4307 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views