1.371 CONDIVISIONI
Covid 19
6 Dicembre 2021
16:55

Si riempie di vitamina D per evitare Covid, No vax finisce in terapia intensiva per overdose

L’uomo è stato salvato ma rimane ora ricoverato. Protagonista della storia un 50enne veneto finito all’ospedale Sant’Antonio di Padova in condizioni gravi.
A cura di Antonio Palma
1.371 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Voleva evitare di ammalarsi di covid ma, da convinto no vax, aveva cercato un rimedio tutto personale riempiendosi di vitamina D al posto del vaccino ma così facendo è finito comunque in terapia intensiva ma per overdose. È la storia di un cinquantenne veneto finito ora ricoverato all’ospedale Sant’Antonio di Padova in condizioni gravi. L’uomo era arrivato in pronto soccorso con pesanti sintomi e quasi in arresto cardiaco che dalle analisi cliniche si è scoperto riconducibili inequivocabilmente all’assunzione eccessiva di vitamina D. Solo così si è scoperto che l’uomo aveva assunto nelle settimane precedenti dosi massicce di vitamine come rimedio autonomo anti covid.

Grazie alle tempestive cure dell’equipe di Nefrologia e dialisi del nosocomio veneto, l’uomo è stato salvato ma rimane ora ricoverato. Come hanno spiegato i medici al Mattino di Padova, l’uomo, che non aveva patologie particolari, avrebbe assunto circa 200mila unità di vitamina D ogni giorno a fronte di un indicazione terapeutica che non supera mai le 100mila unità ogni 14 giorni per le persone che ne hanno bisogno. Assunzioni che inevitabilmente hanno portato a conseguenze gravi, tanto da richiedere la dialisi. Nonostante le terapie mediche, infatti, le sue condizioni sono peggiorate ed è stato necessario il trasferimento in intensiva. Nonostante il rischio concreto di morte, l’uomo però pare non si sia pentito affatto ed è rimasto convinto che il rimedio gli abbia comunque permesso di evitare di ammalarsi di covid senza vaccini.

“Chiunque è libero di fare le scelte che ritiene e quando c’è bisogno noi ci siamo, che siano vax o no vax. L’unica cosa che ci sentiamo di raccomandare è di chiedere sempre delucidazioni a un sanitario. Errori grossolani come questi vanno evitati. La vitamina D fa bene per tante cose ma, come tutte le sostanze, se utilizzate in eccesso provoca un’intossicazione con conseguenze estremamente dannose” hanno spiegato dall’ospedale Sant’Antonio di Padova.

1.371 CONDIVISIONI
31651 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni