173 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Navi russe con missili ipersonici nel Mediterraneo: l’ammiraglio Di Paola spiega cosa sta succedendo

L’ammiraglio Gianpaolo Di Paola, già capo di stato maggiore della difesa ed ex Ministro della difesa, spiega perché la Russia ha deciso di inviare la fregata “Ammiraglio Gorshkov” nel Mediterraneo con i missili ipersonici Zircon.
Intervista a Gianpaolo Di Paola
Ammiraglio della Marina militare italiana, già Capo di stato maggiore della difesa ed ex Ministro della difesa
A cura di Antonio Palma
173 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La Russia ha deciso di rinforzare la sua flotta nel Mediterraneo inviando una delle sue unità navali di eccellenza dalle flotte del mare del nord, la fregata "Ammiraglio Gorshkov", allestita per l’occasione con missili ipersonici Zircon, armi definite da Putin “senza rivali nel mondo”. L’annuncio dato dal ministro della Difesa russo Sergei Shoigu non è passato certo inosservato in Occidente, soprattutto alla luce della guerra in Ucraina, e ha inevitabilmente scatenato l’attenzione dei media occidentali in vista dell’arrivo della fregata, già partita dal Mare del nord.

La nave raggiungerà il resto della flotta russa del Mediterraneo attraverso lo stretto di Gibilterra attentamente monitorata dalle navi Nato, comprese quelle della marina militare italiana, come ha assicurato anche l’ammiraglio Aurelio De Carolis, comandante in capo della Squadra Navale. Sui significati di questa decisione di Putin e sui possibili risvolti, Fanpage.it ne ha parlato con l’ammiraglio Gianpaolo Di Paola, già capo di stato maggiore della difesa ed ex Ministro della difesa.

Ammiraglio, perché Putin ha schierato la nuova fregata "Ammiraglio Gorshkov" con i missili ipersonici nel Mediterraneo?

Oggi inevitabilmente ogni caso che riguarda la Russia, come le navi russe, desta allarme ma in realtà in questo caso, secondo me, non c’è niente di eccezionale per una serie di motivi. Per prima cosa i russi hanno sempre schierato navi nel Mediterraneo, da sempre, con una presenza a volte più consistente a volte meno, ma comunque sempre attiva. In secondo luogo c’è da considerare che oggi le navi della flotta del Mar Nero non possono uscire per il blocco dello stretto del Dardanelli e del Bosforo. Quindi l’unico modo di avere una presenza nel Mediterraneo è inviare navi da fuori e cioè dalle flotte del mare del nord.

Ammiraglio Gianpaolo Di Paola
Ammiraglio Gianpaolo Di Paola

L’arrivo della fregata però andrà inevitabilmente a rafforzare la flotta russa mediterranea, quali pericoli possono arrivare dalle navi russe?

È normale la particolare attenzione nell’opinione pubblica, per quello che sta succedendo in Ucraina, e anche presso le autorità istituzionali per i possibili e potenziali pericoli ad esempio per i cavi dati sottomarini. Sono fattori che innalzano l’attenzione su queste unità navali ma non credo che le navi vengano inviate per questo, mi sembra fuori dalla realtà, e ripeto: è una presenza abbastanza normale. Ricordiamo che i russi hanno un ruolo e una presenza sia in Siria che in Libia ed è una presenza che può essere sostenuta solo per via marittima. Inoltre in Siria i russi hanno una base di appoggio importante e storica fin dal periodo della guerra fredda e del resto sono navi sempre estremamente controllate, non solo dalla flotta italiana e anche questo è giusto ma normale.

Qual è lo scopo finale dell'arrivo di questa nuova nave russa con missili Zircon?

La presenza di queste unità navali nel Mediterraneo è un modo da parte dei russi di far vedere che la loro situazione non è così debole come viene raccontata, che loro hanno ancora la capacità di mantenere la oro presenza nel Mediterraneo. Insomma in questo momento ha un significato più di tipo politico, una maniera per far vedere che la Russia non è per niente alle strette e indebolita e anzi ha la capacità di fare quello che ha sempre fatto nel Mediterraneo. Un segnale anche mediatico dopo le continue notizie sulle forze armate russe in ginocchio sui media occidentali. Anche l’annunciato uso di missili Zircon è una dimostrazione di potenza militare e quindi ha un significato di tipo politico, un modo di dire ‘vedete che abbiamo missili potentissimi che siamo in grado di mettere sulle nostre navi e mandarli dove e quando vogliamo’.

173 CONDIVISIONI
4318 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views