4.569 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Matteo Messina Denaro

Messina Denaro entra tranquillo in clinica, il video girato poco prima del suo arresto

Il boss Matteo Messina Denaro ripreso mentre entra a piedi nella clinica “La Maddalena”: le immagini poco prima dell’arresto.
A cura di Gabriella Mazzeo
4.569 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

In un nuovo video delle forze dell'ordine si vede Matteo Messina Denaro entrare tranquillamente a piedi all'interno della clinica "La Maddalena" di Palermo. Il boss è stato arrestato nella mattinata di ieri 16 gennaio nel pieno centro cittadino dopo 30 anni di latitanza.

Si era recato presso la clinica privata per sottoporsi ad alcune terapie oncologiche. Il boss di Cosa Nostra era in cura presso la struttura già da un anno. Le immagini del filmato esclusivo mostrano il suo ingresso all'interno del centro poco prima del blitz che ha portato al suo arresto.

Nel filmato il "Capo dei Capi" appare tranquillo mentre si incammina verso l'ingresso della clinica con indosso il berretto e la mascherina. Poco lontano dai cancelli lo aspettava il fiancheggiatore e autista personale Giovanni Luppino, arrestato nella mattinata di ieri.

Intercettato dalle forze dell'ordine, Messina Denaro non ha provato a opporre resistenza all'arresto palesando subito la sua vera identità. Non ha provato, insomma, a spacciarsi per Andrea Bonafede, titolare della carta di identità falsa che il latitante aveva presentato in clinica per non farsi riconoscere.

Dopo la cattura, le autorità hanno sequestrato la cartella clinica a nome Bonafede per ulteriori accertamenti.

In un secondo filmato dei carabinieri si vede il boss salire sull'elicottero per il trasferimento in carcere scortato dagli agenti in divisa. Messina Denaro si trova attualmente presso il carcere de L'Aquila al 41 bis. Come legale che si occuperà della difesa ha nominato l'avvocata Lorenza Guttadauro, sua nipote, figlia di Filippo Guttadauro e Rosalia Messina Denaro.

Nel frattempo il boss continuerà a sottoporsi alle terapie mediche, ma le sue condizioni di salute sono state dichiarate compatibili con il carcere. "Non abbiamo trovato un uomo distrutto e in bassa fortuna" ha infatti dichiarato a tal proposito il Procuratore aggiunto Paolo Guido durante la conferenza stampa tenutasi nel pomeriggio di ieri. "Era in apparente buona salute e assolutamente curato".

4.569 CONDIVISIONI
374 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views