382 CONDIVISIONI
Covid 19
26 Novembre 2021
14:21

Il nuovo piano vaccini del governo: pronte 45 milioni di vaccini per terze dosi e bambini

Entro la fine della primavera potrebbero essere necessarie circa 45 milioni di dosi di vaccino, poco meno della metà di quelle impiegate finora, per terze dosi e vaccini ai bambini.
A cura di Davide Falcioni
382 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

A seguito della decisione del Governo di anticipare la somministrazione delle terze dosi di vaccino da sei a cinque mesi dalla conclusione del ciclo "primario" la macchina organizzativa coordinata dal generale Figliuolo è tornata a lavorare a pieno regime: se negli ultimi mesi i centri vaccinali hanno lavorato piuttosto a "rilento" – tanto che alcuni hub sono stati chiusi – ora si sta riorganizzando l'intera rete affinché non si verifichino problemi logistici o ritardi. A partire dal primo dicembre, infatti, potranno ricevere il booster non solo gli over 40 ma anche tutti gli altri cittadini di più di 18 anni.

Le inoculazioni delle terze dosi, inoltre, si sovrapporranno con le vaccinazioni ai bambini della fascia 5-11 anni: dopo il via libera dell'Ema è infatti atteso per i prossimi giorni l'ok definitivo dell'Agenzia Italiana del Farmaco. Conti alla mano, qualora l’adesione dovesse essere massima, entro la fine della primavera potrebbero essere necessarie circa 45 milioni di dosi di vaccino, poco meno della metà di quelle impiegate finora. Le dosi garantite all’Italia per conto della Commissione Europea sono oltre 17 milioni, tenendo in considerazione la riserva attuale (composta da 11 milioni di dosi) e le 6,7 milioni di dosi già opzionate entro la fine dell’anno dalla struttura commissariale. L'approvvigionamento di quelle mancanti non dovrebbe essere un problema: salvo sorprese, infatti, verranno distribuite nei prossimi mesi anche in base all’andamento di copertura.

A questo punto le regioni si stanno riorganizzando: la Lombardia somministrerà dosi booster anche nei centri commerciali, il Lazio sta riaprendo l’Auditorium della Musica e 15 nuovi punti vaccinali. La Puglia ha deciso la riapertura di 50 hub e un po' tutta Italia ci si sta preparando al meglio, con una grande incognita. Gli italiani aderiranno anche alla terza dose con la stessa convinzione delle prime due? E i bambini dai 5 agli 11 anni verranno fatti vaccinare dai loro genitori?

382 CONDIVISIONI
29759 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni