691 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Omicidio Giulia Cecchettin

Giulia Cecchettin, la relatrice dell’Università: “Attenta e appassionata, non si dimentica vicenda così”

La docente universitaria Silvia Todoros, che ha seguito come relatrice Giulia Cecchettin nella stesura della tesi che avrebbe dovuto discutere prima di essere sequestrata e uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta, ha ricordato la 22enne e l’ultima email inviata prima della scomparsa.
A cura di Gabriella Mazzeo
691 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La professoressa Silvia Todoros, docente di Meccanica dei materiali nel corso di laurea in di Ingegneria biomedica dell'Università di Padova, ha ricordato la 22enne Giulia Cecchettin in una lunga intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica. La docente aveva seguito la giovane uccisa dall'ex fidanzato Filippo Turetta nella stesura della sua tesi di laurea, la stessa che avrebbe dovuto discutere pochi giorni dopo la sua scomparsa, il 16 novembre 2023. Il titolo alla sua memoria sarà conferito il prossimo 2 febbraio. "Aveva fatto un bel lavoro – ha raccontato l'insegnante -. Una tesi svolta molto bene e sicuramente da pieni voti. Ricordo ancora il suo viso a lezione, sempre molto attento, sorridente e partecipe. L'ultima mail inviata sul suo lavoro la ricordo ancora".

Immagine

"Aveva analizzato i diversi studi presenti a livello internazionale sul tema dell'ingegneria dei tessuti della trachea. Uno studio compilativo svolto in maniera ottima. Da pieni voti, sicuramente. Mi aveva mandato la versione definitiva della tesi il pomeriggio di sabato 11 novembre, quando poi è scomparsa". Al quotidiano, la docente ha raccontato di aver risposto alla mail dopo aver controllato che il documento fosse completo. "Le avevo risposto di lunedì, dicendole che la tesi andava bene e che poteva caricare il file, perché questa è la procedura di consegna per le lauree. Mi sono accorta solo dopo che due studenti erano scomparsi e che una dei due era proprio Giulia".

La docente ha ricordato la 22enne come una giovane diligente negli studi e molto attenta durante le lezioni. "Un viso pulito e un sorriso bello. Le piaceva studiare, molto spesso era in prima fila durante le lezioni. Anche in un'aula di duecento persone, era facile da individuare".

Immagine

La professoressa Todoros ha poi ricordato che il prossimo due febbraio ci sarà la cerimonia del conferimento della laurea alla memoria di Giulia Cecchettin, uccisa poco prima di discutere la sua tesi.

"Il tutto – ha ribadito – avverrà nell'ambito dell'inaugurazione dell'anno accademico. Per noi questo è stato un periodo difficile e di grande tensione, perché tutti siamo coinvolti: dai docenti, che avevano come studenti Cecchettin e Turetta, ai compagni di corso che li conoscevano. Non si metabolizza in poco tempo una vicenda così”.

691 CONDIVISIONI
234 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views