4.017 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
La scomparsa di Gaia Randazzo

Gaia scomparsa sul traghetto, un passeggero: “C’era gente ubriaca, forse vittima di malintenzionati”

La trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” è tornata a parlare del caso di Gaia Randazzo, la 20enne scomparsa sul traghetto Genova-Palermo. Il racconto di un passeggero: “A bordo c’era gente ubriaca, forse avvicinata da malintenzionati”
A cura di Gabriella Mazzeo
4.017 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nel corso della puntata di questa sera, mercoledì 7 dicembre, la trasmissione di Rai 3 "Chi l'ha visto?" è tornata a parlare del caso di Gaia Randazzo, la giovane che nella notte tra il 10 e l'11 novembre è scomparsa su un traghetto che da Genova avrebbe dovuto portarla a Palermo. Presenti nello studio televisivo anche Angela Palazzolo, madre della ragazza, e l'avvocato difensore della famiglia Aldo Ruffino.

Nel corso delle ultime settimane, la redazione del programma avrebbe ricevuto diverse segnalazioni relative a quanto avveniva sul traghetto. Secondo un camionista che a "Chi l'ha visto?" ha detto di aver viaggiato sulla stessa imbarcazione, a bordo della nave vi erano diverse persone ubriache. Stando a quanto da lui dichiarato, il luogo non sarebbe stato sicuro per Gaia, di soli 20 anni, e suo fratello appena 15enne.

Immagine

L'ipotesi è che la ragazza possa essere stata avvicinata da un malintenzionato. La famiglia di Gaia, infatti, continua a respingere la pista del suicidio. "Mia figlia non aveva motivo di togliersi la vita – ha raccontato Palazzolo durante la puntata -. Era una ragazza che pensava al futuro e aveva mille progetti. In lei non ho mai visto cambiamenti d'umore preoccupanti prima della scomparsa. Siamo convinti che le sia successo qualcosa".

Immagine

"La speranza – ha ribadito l'avvocato – è che la Procura di Palermo ascolti tutti i passeggeri che quella sera erano a bordo della nave. Potrebbe essere molto importante, soprattutto alla luce delle segnalazioni che abbiamo ricevuto questa sera".

Sul caso di Gaia è stato infatti aperto un fascicolo per istigazione al suicidio, ma per ora le evidenze investigative restano strettamente riservate. Ancora da sciogliere il nodo riguardante le telecamere di videosorveglianza a bordo della nave che non avrebbero ripreso i movimenti della 20enne.

4.017 CONDIVISIONI
12 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views