309 CONDIVISIONI
Peter Neumair e Laura Perselli uccisi a Bolzano
2 Febbraio 2021
13:25

Bolzano, i dubbi di Martina su Benno: “Quella notte ho portato a casa un assassino?”

Si erano conosciuti su Tinder, si frequentavano da poco, poi lei è rimasta invischiata in un’indagine per omicidio. È la storia di Martina e di Benno Neumair, in carcere, lui per l’omicidio dei genitori Laura e Peter, avvenuto lo scorso 4 gennaio, a Bolzano. Indagata per favoreggiamento, Martina, si era confidata con il suo datore di lavoro rivelando i propri dubbi.
A cura di Angela Marino
309 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Peter Neumair e Laura Perselli uccisi a Bolzano

Si erano conosciuti su Tinder, si frequentavano da poco, poi lei è rimasta invischiata in un'indagine per omicidio. È la storia di Martina e di Benno Neumair, in carcere, lui per l'omicidio dei genitori Laura e Peter, avvenuto lo scorso 4 gennaio, a Bolzano. Indagata per favoreggiamento, lei, per aver lavato e conservato i vestiti che lui indossava la notte del delitto.

"Martina è scossa, incredula, quasi esaurita – dice il datore di lavoro dell'amica di Benno, in un'intervista a Corriere.it. "Non dorme da settimane e da dieci giorni non la vedo, perché è in malattia. Ma sulla sua totale estraneità ai fatti potrei mettere davvero una mano sul fuoco". "Quando il suo nuovo amico è rimasto coinvolto in questa brutta faccenda è rimasta totalmente incredula – continua – Così mi ha chiesto consiglio". "Mi ha domandato d'incontrarlo per farmi un’ idea e aiutarla a capire se davvero questo giovanotto potesse essere un assassino". "Benno – racconta – si è presentato con lei. Era freddo, quasi gelido. Gli ho espresso il mio dispiacere per quello che stava accadendo alla sua famiglia. “In effetti siamo un po’ preoccupati”, avrebbe risposto lui.

Se la posizione di Martina, che ha consegnato spontaneamente gli abiti agli inquirenti – quella di Benno si è aggravata. Se prima era indagato a piede libero ora per lui è scattata la misura cautelare. Nuovi e importanti elementi, secondo indiscrezioni, raccolti all'interno dell'abitazione di via Castel Roncolo, sarebbero stati acquisiti di recente dalla Procura con la conseguenza di aggravare il quadro indiziario a carico di Benno. Nel corso dell'udienza di convalida sabato scorso sono stati fatti ascoltare a Benno dei messaggi audio inviati da sua madre Laura – secondo l'accusa avrebbe ucciso la notte del 4 gennaio, insieme al marito Peter – a un'amica. Negli audio la Perselli si sfogava riguardo a Benno rivelando di essere molto preoccupata per lui.

309 CONDIVISIONI
Colluttazione in carcere per Benno Neumair:
Colluttazione in carcere per Benno Neumair: "Ha cercato di strangolare un compagno di cella"
Benno Neumair, l'audio della madre all'amica:
Benno Neumair, l'audio della madre all'amica: "Ho paura, dentro di lui c'è una bestia"
Benno Neumair, periti divisi su seminfermità mentale. La sorella Madè:
Benno Neumair, periti divisi su seminfermità mentale. La sorella Madè: "Lui testimone inaffidabile"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni