Un coccodrillo dello zoo municipale di Tunisi è morto oggi a causa di un'emorragia interna causata da una pietra lanciatagli in testa da un gruppo di visitatori. Lo ha reso noto il comune di Tunisi sulla sua pagina Facebook pubblicandone anche le immagine della barbarie avvenuta allo Zoo du Belvédère. Secondo quanto si legge nel post, accompagnato dalle terribili immagini dell'animale ormai senza vita, il povero coccodrillo sarebbe morto sul colpo. I responsabili non sono stati ancora identificati.

I fatti sarebbero avvenuti nel "nel tardo pomeriggio" di Martedì. "Due grosse pietre lo hanno centrato ad un occhio", ha detto ad AFP il dottor Amor Ennaifer, veterinario e responsabile dello Zoo du Belvédère. Da tempo alcune associazioni animaliste manifestano il loro disappunto per le cattive condizioni in cui versano gli animali ospitati nello zoo della capitale."E ‘terribile. Non potete immaginare ciò che gli animali subiscono da alcuni visitatori" ha detto Ennaifer. "I visitatori si lasciano dietro di immondizia, sacchetti di plastica (…). Alcuni hanno lanciato pietre contro leoni e ippopotami ", ha aggiunto il medico. "Le guardie non sono sufficienti, soprattutto in questo periodo di vacanze scolastiche. Voglio dire, ci sono più di 150 specie nello zoo, non possiamo mettere una guardia davanti a ciascuna gabbia", polemizza Ennaifer. "Dovrebbero essere le persone a rendersi conto che dobbiamo rispettare gli animali", ha detto.