video suggerito
video suggerito
Quale compro

Migliori ferri da stiro del 2024: classifica dei migliori in commercio

Il ferro da stiro è indispensabile per avere capi sempre ordinati e senza pieghe. In commercio ne esistono diversi tipi e, per aiutarvi a scegliere i migliori ferri da stiro, abbiamo stilato una classifica aggiornata al 2024, selezionando i più venduti e meglio recensiti online. Troverete inoltre una pratica guida con tutti i fattori da considerare prima di procedere all’acquisto.
A cura di Quale Compro Team
16 CONDIVISIONI

La nostra top 4:

migliore ferro da stiro
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il ferro da stiro è indispensabile per avere capi sempre ordinati e senza pieghe. In commercio ne esistono diversi tipi: con serbatoio incorporato o con caldaia a parte, con erogazione del vapore automatica o manuale. Quelli con serbatoio interno sono più leggeri, facili da usare e pratici, mentre quelli con caldaia sono in genere più pesanti, meno pratici, ma danno risultati di stiratura migliori. Solitamente, i più richiesti perché ritenuti migliori sono i ferri da stiro con caldaia, ma la scelta va fatta in base alle proprie esigenze.

Ma non sono solo questi gli elementi da valutare quando si sceglie il ferro da stiro, bisogna anche tenere conto di tutte le altre caratteristiche tecniche, come la potenza e il tipo di piastra, oltre ovviamente al rapporto qualità-prezzo. Per aiutarvi a scegliere i migliori ferri da stiro tra quelli attualmente in commercio, abbiamo stilato per voi una classifica aggiornata al 2024, selezionando i ferri da stiro più venduti online, e una pratica guida con tutti i fattori da considerare prima di procedere all'acquisto.

Per stilare la classifica dei migliori ferri da stiro del 2024 abbiamo selezionato i dieci ferri più venduti e meglio recensiti su Amazon. Di questi abbiamo valutato le caratteristiche tecniche (struttura, serbatoio, piastra, erogazione del vapore, potenza e consumi, materiali) e il rapporto qualità-prezzo. Abbiamo poi estrapolato dalle recensioni degli utenti che li hanno acquistati i pro e contro di ogni ferro da stiro. Infine, vi abbiamo segnalato dove potete acquistarli online al miglior prezzo.

1. Rowenta DW7320D1 Everlast Anticalc

Il più potente

Immagine

Consigliato a chi cerca un ferro da stiro: che agisce velocemente; ottimo anche sulle grinze più difficili da rimuovere; che non macchia

Potenza: 2700 W

Getto di vapore: 220 g / min

Capacità serbatoio: 300 ml

Pro: secondo chi lo ha acquistato, è pratico e facile da usare, stira bene e in poco tempo pur non essendo un ferro con caldaia. Ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Contro: sempre secondo le recensioni, non è leggerissimo, ma risulta essere molto maneggevole e scorrevole sui capi.

Per prima cosa, un ferro da stiro deve essere potente, in grado di rendere più facile e veloce il lavoro. Al primo posto in questo senso troviamo la Rowenta Everlast Anticalc, con serbatoio interno, facile da usare, potente e a risparmio energetico. Grazie alla piastra Microsteam400 3D e con 400 micro fori e alla leva Eco Steam, diffonde uniformemente e automaticamente il vapore, riducendo il consumo energetico senza però perdere in potenza. La piastra con punta profilata raggiunge anche i punti più difficili da stirare, come i colletti, i bordi stretti e le cuciture. Può essere usato per stirare in verticale capi delicati, completi e tende. È dotato di funzione anticalcare e funzione anti-gocciolamento, che evitano le macchie di acqua sui tessuti. L'impugnatura è molto comoda.

Altre soluzioni consigliate di ferri da stiro potenti:

2. Polti Vaporella 505 Pro

Il migliore con caldaia

Immagine

Consigliato a chi cerca un ferro da stiro: piccolo; professionale; efficiente

Potenza: 1750 W

Getto di vapore: 90 g / min

Capacità serbatoio: 900 ml

Pro: la piastra in acciaio e il potente getto di vapore lo rendono efficace anche sulle pieghe più ostinate.

Contro: alcuni utenti hanno evidenziato che nelle indicazioni fornite dal prodotto è consigliabile utilizzare l'acqua distillata, ma si può inserire anche la normale acqua del rubinetto.

Uno dei ferri da stiro con caldaia più famosi è senza dubbio la Vaporella Polti. Questo tipo di ferri da stiro è utile per agire sugli indumenti più difficili da gestire, perché permette di usufruire di una maggiore quantità di vapore. Il suo punto forte è la piastra in alluminio, con fori concentrati sulla punta, che insieme al potente getto di vapore da 3.5 BAR elimina le pieghe più ostinate e stira perfettamente tutti i punti più difficili, come i colletti delle camicie. Sebbene la caldaia non sia molto capiente, la potenza è nella media e il risultato è ottimale.

Altre soluzioni consigliate di ferri da stiro con caldaia:

3. Braun TexStyle 79

Il migliore senza caldaia

Immagine

Consigliato a chi cerca un ferro da stiro: economico; sicuro; resistente

Potenza: 3200 W

Getto di vapore: 260 g / min

Capacità serbatoio: 330 ml

Pro: è facile da usare e ha un serbatoio più capiente degli altri ferri senza caldaia.

Contro: alcuni utenti Amazon che lo hanno acquistato trovano che il getto di vapore non sia abbastanza potente sulle pieghe ostinate, ma con un doppio passaggio si ottiene un perfetto risultato.

Anche un ferro da stiro senza caldaia può essere molto potente; è il caso, ad esempio,  Braun TexStyle9. Ha una potenza di 3200 watt e si riscalda quindi in pochissimo tempo. Il getto di vapore variabile arriva a 50 g/min, ma ha anche un supercolpo di vapore sia orizzontale che verticale da 250 g/minuto. Il sistema anticalcare previene la formazione di calcare, che potrebbe comprometterne il funzionamento a lungo termine. La piastra in acciaio inox è due volte più resistente ai graffi e la punta di precisione aiuta a stirare in modo impeccabile tutti i punti.

Altre soluzioni consigliate di ferri da stiro senza caldaia:

4. Rowenta DW5325

Il più leggero

Immagine

Consigliato a chi cerca un ferro da stiro: che costi poco; rapido; facile da gestire

Potenza: 2700 W

Getto di vapore: 180 g / min

Capacità serbatoio: 300 ml

Pro: il  sistema anticalcare integrato previene la formazione di calcare all'interno del ferro, mentre l'impostazione anticalcare contribuisce a mantenere nel tempo ottime prestazioni in termini di vapore e risultati di stiratura perfetti.

Contro: alcuni utenti hanno evidenziato che bisogna impostare la levetta sul valore max per far fuoriuscire il vapore continuo, dopodiché si può procedere con l'utilizzo che risulta essere semplice e pratico.

Manovrare un ferro da stiro a lungo può risultare faticoso; vi consigliamo di sceglierne uno leggero, come il Rowenta DW5325 offre risultati di stiratura rapidi ed eccellenti. È dotato di una punta in metallo ad alta precisione e offre una distribuzione del vapore ottima grazie alla tecnologia brevettata della piastra Microsteam 400 HD. Offre oltre a 2700 W di potenza e a un getto di vapore di 180 g/minuto. Ha la modalità Eco che consente di risparmiare fino al 20% di energia rispetto alla fuoriuscita del vapore. Consente un riempimento facile e leggibile del livello dell'acqua grazie alla finestrella trasparente sul serbatoio. La piastra è di alta qualità in acciaio inossidabile e assicura prestazioni di lunga durata e ottima scorrevolezza.

Altre soluzioni consigliate di ferri da stiro leggeri:

Come scegliere il ferro da stiro

Come avete visto, per scegliere i migliori ferri da stiro attualmente in commercio ci siamo basati non solo sulle statistiche di vendita e sulle recensioni, ma anche sulle caratteristiche tecniche del ferro. Quando bisogna comprare un ferro da stiro, la prima cosa da fare è valutare quale tipo risponde meglio alle proprie esigenze, se uno con caldaia o uno con serbatoio interno.

Bisogna poi assicurarsi che il ferro abbia un buon sistema di erogazione del vapore, che il getto sia potente ed efficace anche contro le pieghe più ostinate. La piastra deve essere fatta con materiali di alta qualità, meglio se acciaio inox, e deve avere molti fori per la fuoriuscita del vapore, concentrati soprattutto sulla punta per raggiungere ogni punto. Altri fattori importanti sono la potenza, i consumi e i materiali. Vediamo nei dettagli quali sono tutti gli elementi da valutare per scegliere il ferro da stiro giusto.

Struttura

Iniziamo dalla struttura del ferro da stiro, che ne determina la praticità e la comodità di utilizzo, ma anche il funzionamento. Come abbiamo detto, esistono due tipologie di ferri da stiro: quelli con serbatoio interno e quelli con caldaia esterna.

I ferri da stiro con serbatoio interno sono più maneggevoli rispetto a quelli con caldaia, hanno dimensioni più ridotte, sono facili da riporre e da usare. Di solito sono anche più veloci nel riscaldarsi e più silenziosi. Hanno però anche degli svantaggi, primo tra tutti la scarsa capienza del serbatoio, che nella maggior parte dei ferri si aggira intorno ai 300 ml e non supera i 400 ml. Questo significa che per stirare grandi quantità di panni, bisogna riempire il ferro più volte, con un notevole spreco di tempo. Inoltre, di solito il getto di vapore è meno potente rispetto a quello dei ferri con caldaia, per questo le prestazioni sono inferiori. Infine, i ferri con serbatoio, una volta riempiti d'acqua, sono più pesanti di quelli con caldaia esterna.

I ferri da stiro con caldaia sono di solito molto più efficienti, hanno un getto di vapore più potente dei ferri con serbatoio e sono quindi ottimi per chi vuole una stiratura professionale. La capienza della caldaia nella maggior parte dei casi è di almeno 1 litro, cioè vuol dire che è possibile stirare per più di un'ora senza doversi fermare per riempirla più volte. Gli unici svantaggi sono l'ingombro e il prezzo, quasi sempre più elevato rispetto a quello dei ferri senza caldaia.

Praticità

Un buon ferro da stiro non deve essere solo potente ed efficace, ma anche pratico da usare, soprattutto se si ha la necessità di stirare grandi quantità di panni. Le caratteristiche da valutare sono:

  • il peso, che non deve essere eccessivo per non affaticare le braccia durante lunghe sessioni di stiratura, ma nemmeno troppo leggero, altrimenti non sarà in grado di eliminare tutte le pieghe al primo colpo;
  • l'impugnatura, che deve essere ergonomica e antiscivolo, per rendere l'uso più confortevole ed evitare incidenti;
  • il cavo, che deve essere lungo e girevole, per dare una maggiore libertà di movimento;
  • la presenza di eventuali optional, come la custodia da viaggio, per portare il ferro anche in vacanza, e la funzione cordless, per staccare il cavo e usarlo con la massima libertà.

Erogazione del vapore

Altro fattore decisivo nella scelta del ferro da stiro, che ne determina il buon funzionamento, è l'erogazione del getto di vapore. In particolare, bisogna controllare tre parametri:

  • l'erogazione continua, cioè la quantità di vapore che il ferro emette in modalità continua. Si misura in grammi al minuto e il valore minimo per un buon ferro dovrebbe essere di almeno 30 g/min. Ovviamente, più il valore è elevato, maggiore è la potenza del getto di vapore e quindi migliore è l'efficacia del ferro;
  • il colpo di vapore, anche detto funzione super vapore, cioè un getto più potente, che può essere erogato a intervalli, non in modo continuato, per agire su pieghe particolarmente difficili da appianare. Vi suggeriamo di scegliere un ferro con un colpo di vapore di 200 g/min, anche se nel caso dei ferri con serbatoio interno, il valore potrebbe essere più basso;
  • il vapore verticale, che permette di stirare in verticale capi difficili da stendere sull'asse, come le tende, i completi da uomo e gli abiti ampi.

Serbatoio

Dalla capienza del serbatoio dipende l'autonomia del ferro. Di solito, i ferri con serbatoio interno hanno una capacità di 300 ml o poco più. Un serbatoio più grande potrebbero risultare scomodo, perché, una volta riempito, renderebbe il ferro molto pesante e scomodo. I ferri con caldaia esterna, invece, hanno di solito una capacità che va da 0,5 litri a 1,5 litri. In questo caso, vi consigliamo di scegliere un ferro con una buona capacità, per evitare di dover riempire la caldaia più volte mentre state stirando.

Quando si parla di serbatoio, tuttavia, la capienza non è l'unico elemento da valutare. Assicuratevi che il ferro abbia la funzione anti-calcare, per evitare la formazione di accumuli di calcare nel serbatoio, che possono compromettere il funzionamento del ferro, ostruendo i fori d'uscita del vapore. Un'altra funzione importante è quella anti-gocciolamento, che evita la fuoriuscita di acqua dalla piastra quando si stira a basse temperature.

Piastra

Oltre alla potenza del vapore, anche la piastra garantisce l'efficacia del ferro da stiro. Il materiale della piastra deve essere scorrevole, resistente all'usura e antigraffio. I materiali più comuni sono:

  • acciaio inox, il migliore in assoluto, molto resistente e facile da pulire. Scivola perfettamente su ogni tipo di tessuto e distribuisce il calore uniformemente su tutta la superficie,
  • teflon, estremamente scorrevole sui tessuti. Distribuisce il calore uniformemente come l'acciaio, ma è meno resistente;
  • alluminio, meno scorrevole dell'acciaio e del teflon, ma migliore per i lavori di precisione, come colletti e polsini delle camicie;
  • ceramica, perfetta per stirare i tessuti delicati, come la seta, ma più fragile degli altri materiali.

Attenzione anche alla forma della piastra: se volete stirare alla perfezione anche i punti più difficili da raggiungere, come le cuciture e gli spazi tra i bottoni, dovete scegliere un ferro con piastra a punta allungata e sottile. Le piastre corte e con punta arrotondata, invece, vanno benissimo per stirare velocemente magliette e jeans.

Infine, controllate il numero dei fori e come sono collocati. Le piastre con fori distribuiti uniformemente su tutta la superficie sono molto scorrevoli, mentre quelli con i fori concentrati sulla punta offrono maggiore precisione.

Potenza e consumi

Anche se non si tratta di un grande elettrodomestico, non bisogna sottovalutare la potenza e i consumi del ferro da stiro. Dalla potenza, misurata in Watt, dipende la velocità con cui il ferro raggiunge la temperatura giusta. Se cercate un ferro da stiro potente e veloce, dovete sceglierne uno da almeno 2000 W.

Tenete presente, però, che più il ferro è potente, più consuma. Per non incidere troppo sulla bolletta, se prevedete di stirare per molte ore, vi consigliamo di scegliere un ferro con funzione eco, per ridurre i consumi. Alcuni ferri hanno anche una pratica funzione di auto-spegnimento, che spegne l'apparecchio dopo pochi minuti di inutilizzo, per evitare di consumare energia inutilmente.

Materiali

I materiali sono molto importanti nella scelta del ferro da stiro. Innanzitutto per la piastra, visto che, come abbiamo visto, dal materiale con cui è fatta dipendono la scorrevolezza e l'efficacia sui tessuti. Noi vi consigliamo di scegliere un ferro con piastra in acciaio inox o teflon, ma anche la ceramica è un ottimo materiale se prevedete di farne un uso sporadico.

Per quanto riguarda la struttura del ferro e dell'eventuale caldaia, il materiale più usato è la plastica. Fate attenzione che si tratti di plastica robusta e resistente, che non si spacchi in caso di cadute. Controllate anche la solidità dei tasti e delle manopole.

Marca e prezzo

Ultimi elementi da valutare: la marca e il prezzo. Sappiate che, come per tutti gli elettrodomestici, scegliere una marca nota e specializzata nella produzione di ferri da stiro è di per sé un'ottima garanzia di qualità. Tutti i ferri che abbiamo inserito nella nostra classifica sono di ottime marche, prime fra tutte Rowenta, Philips, Braun e Polti.

Per quanto riguarda il prezzo, valutatelo bene in base alle caratteristiche e alle funzioni del ferro: un ferro da stiro con caldaia avrà sempre un prezzo più elevato rispetto a uno con serbatoio interno, ma questo è giustificato dalle sue migliori prestazioni. I ferri con serbatoio interno possono avere prezzi molto diversi: quelli più potenti costano di solito dai 50 ai 100 euro, mentre quelli meno potenti, adatti all'uso sporadico, possono costare anche meno di 30 euro.

Dove comprare il ferro da stiro? Le migliori offerte online

Tutti i negozi di elettrodomestici e casalinghi vendono ferri da stiro. Ovviamente, nei negozi fisici la scelta è più limitata rispetto a store online come Amazon, che hanno una vastissima scelta di ferri da stiro di ogni tipo e prezzo. I ferri che abbiamo inserito nella nostra classifica possono essere tutti acquistati a prezzi vantaggiosi su Amazon e, in alcuni casi, su altri store come Unieuro.

Vi ricordiamo che il principale vantaggio dello shopping online, oltre al vasto assortimento, è la possibilità di trovare prezzi più bassi rispetto ai negozi fisici e tantissime offerte. Prima di acquistare un ferro da stiro, quindi, vi consigliamo di controllare se è disponibile su Amazon.

Acquisti correlati – Altri prodotti consigliati

Se state cercando un ferro da stiro, potreste dover valutare altri acquisti utili per prendervi cura dei vostri capi d'abbigliamento almeno in qualsiasi momento.

Asse da stiro

Un buon asse da stiro è resistente, facile da spostare e largo a sufficienza. Di seguito trovate alcuni modelli tra cui poter scegliere:

Ferri da stiro verticali

Quando si è di corsa o in vacanza, invece, non c'è niente di più rapido di un ferro da stiro verticale. Ecco quali sono i migliori in commercio:

I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Fanpage.it, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.
Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com
16 CONDIVISIONI
LA TUA GUIDA PER LO SHOPPING
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views