L'Italia della pallanuoto maschile conquista la finale dei Mondiali di Gwangju. Impresa del settebello che batte 12-10 la rappresentativa dell'Ungheria conquistando l'ultimo atto del torneo iridato dove affronterà la Spagna che nell'altra semifinale ha superato la Croazia. Festa grande per i nostri portacolori che grazie a questo risultato hanno strappato il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Pallanuoto, Italia batte Ungheria 12-10 e vola in finale ai Mondiali di Gwangju

L'Italia torna a giocarsi una finale mondiale a 8 anni di distanza dall'ultima volta, in occasione dei Mondiali di Shanghai del 2011. Il settebello guidato da Sandro Campagna, ha battuto in semifinale l'Ungheria con il punteggio di 12-10. Dopo una partenza difficile con il primo quarto chiuso in svantaggio 2-4, gli azzurri si sono riscattati, ribaltando il risultato nel secondo parziale con un perentorio 5-1, con il 2-2 e il 3-3 degli ultimi due quarti che hanno sancito la vittoria sui magiari.

Settebello in finale ai Mondiali contro la Spagna, l'Italia è qualificata per le Olimpiadi di Tokyo

Un successo prestigioso per la nazionale di pallanuoto maschile che si è così assicurata la qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020. I Giochi però per ora possono attendere perché il settebello dovrà pensare in primis alla finale dei Mondiali di Gwangju, in cui i ragazzi di Campagna dovranno vedersela con la Spagna. Nell'altra semifinale infatti gli iberici hanno battuto i campioni in carica della Croazia per 6-5.

Pallanuoto, quando si gioca la finale Italia-Spagna

Appuntamento dunque a sabato 27 luglio alle ore 11.30 (italiane) per la finale tra l'Italia e la Spagna. Una sfida che potrebbe permettere al settebello di mettere in bacheca il quarto oro iridato portandosi nell'albo d'oro, a quota 4 alle spalle della Serbia che guida la classifica con 5 successi. Grande entusiasmo in casa azzurra, anche se il commissario tecnico Sandro Campagna, predica calma: "I ragazzi sono stati fantastici, siamo a Tokyo ma comunque c'è una finale da giocare – ha dichiarato ai microfoni di Rai Sport – Ora non dobbiamo sentirci appagati, perché contro la Spagna sarà una partita equilibrata. Dopodomani voglio una squadra affamata per conquistare la medaglia d'oro, perché solo quella rimane per tutta la vita".