La nuova Superlega europea di calcio
28 Settembre 2021
8:15

Uefa ritira le sanzioni per la Superlega, ma la guerra non è finita: attesa la sentenza decisiva

La decisione della Uefa di chiudere tutti i procedimenti nei confronti di Juventus, Real Madrid, Barcellona e delle altre 9 squadre fondatrici della Superlega non mette definitivamente fine alla battaglia legale. L’ente presieduto da Ceferin presenta un’istanza contestando la legittimità della sentenza emessa dal Tribunale di Madrid e attende inoltre il verdetto decisivo della Corte di Giustizia Europea che arriverà entro fine anno.
A cura di Michele Mazzeo
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La nuova Superlega europea di calcio

La decisione della Uefa di chiudere tutti i procedimenti disciplinari a carico di Juventus, Real Madrid e Barcellona per la vicenda Superlega e cancellare le sanzioni già disposte per i 9 club rientrati ha sorpreso tutti. L'organo di Governo del calcio europeo ha deciso di rispettare la sentenza del Tribunale di Madrid che la settimana scorsa aveva fissato la giornata di martedì 28 settembre come termine perentorio per non intraprendere azioni contro la Superlega o i club che ancora la sostengono mentre il procedimento è in corso.

Il tribunale spagnolo ha accusato l'Uefa di aver agito "fuori dallo Stato di diritto, promuovendo attivamente pratiche anticoncorrenziali", e  minacciando il presidente Alexander Ceferin e i vertici dell'organo di Governo di finire incriminati alla sbarra di un tribunale qualora l'ultimatum fosse stato disatteso.

Nonostante la marcia indietro da parte della Corte d'Appello dell'Uefa, che ha anche annullato tutti i procedimenti disciplinari anche verso gli altri nove club che lo scorso aprile diedero vita al progetto (Inter, Milan, Atletico Madrid, Chelsea, Manchester United, Tottenham, Manchester City, Arsenal e Liverpool) e le multe già loro comminate, la questione Superlega non è ancora chiusa. Per il momento Juventus, Real Madrid e Barcellona hanno evitato di vedersi escluse dalle coppe europee o di ricevere una maxi multa, ma l'aspra battaglia legale tra le tre squadre che non hanno mai fatto un passo indietro sulla volontà di creare una nuova competizione e l'ente guidato da Ceferin deve ancora vivere il suo momento decisivo.

Innanzitutto la Uefa, pur rispettando l'ultimatum imposto dal Tribunale di Madrid, ha presentato un'istanza per chiedere la rimozione del giudice nel caso giudiziario della Superlega che coinvolge Real Madrid, Barcellona e Juventus per "significative irregolarità" nel procedimento a Madrid. In sostanza l'organo di Governo del calcio europeo contesta la legittimità della sentenza emessa dal tribunale madrileno e si rivolge ad un'autorità superiore.

Ma, infine, a chiudere definitivamente la diatriba sulla Superlega molto probabilmente sarà l'attesa sentenza della Corte di Giustizia Europea chiamata a pronunciarsi sulla questione della libera concorrenza sollevata dalle medesime società.  Sentenza che dovrebbe arrivare entro la fine del 2021. Toccherà all'UE dunque dare ragione ad una delle due parti in causa che a quel punto si troverà ad avere il coltello dalla parte del manico in maniera definitiva.

172 contenuti su questa storia
Il Parlamento Europeo vota contro la Superlega: "No alle competizioni scissionistiche"
Il Parlamento Europeo vota contro la Superlega: "No alle competizioni scissionistiche"
Un sistema di bot spingeva la Superlega sui social: "10 tweet al secondo, umanamente impossibile"
Un sistema di bot spingeva la Superlega sui social: "10 tweet al secondo, umanamente impossibile"
La Superlega va avanti: Juventus, Real e Barcellona portano Uefa e FIFA in tribunale
La Superlega va avanti: Juventus, Real e Barcellona portano Uefa e FIFA in tribunale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni