1.740 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

La FIFA si schiera contro la Russia: può giocare solo in campo neutro, senza nome, inno e bandiera

Il Comitato Esecutivo FIFA ha preso delle prime misure in merito alla guerra in Ucraina: la Russia potrà giocare lo spareggio per i Mondiali 2022 in campo neutro e a porte chiuse, senza nome ufficiale, inno e bandiera.
A cura di Michele Mazzeo
1.740 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il Comitato Esecutivo FIFA ha preso delle prime misure in merito alla guerra fatta dalla Russia all'Ucraina. Il massimo organo di governo del calcio mondiale ha infatti  deciso, con l'approvazione della UEFA e del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), che la Russia giochi le sue partite in campo neutro e a porte chiuse, senza inno o bandiera , fino a nuovo avviso e solo sotto il vessillo della loro federazione. Il provvedimento riguarderà le partite dei playoff per il Mondiale, che la Russia dovrà giocare contro la Polonia e varrà ovviamente solo se i polacchi cambieranno idea e accetteranno di giocare lo spareggio a queste nuove condizioni, cosa che dopo le parole della federcalcio polacca a riguarda resta da vedere.

Le decisioni prese oggi dalla FIFA nei confronti della Russia però non si fermano qui. Nella stessa riunione infatti si è anche convenuto di avvertire la Russia che la sua partecipazione ai Mondiali, anche in caso di superamento degli spareggi, non è garantita se l'Unione Europea e le alte istituzioni internazionali decideranno di aumentare la pressione ed estendere le sanzioni a seguito dell'invasione dell'Ucraina. Nella nota diffusa dall'organo di Governo del calcio internazionale si legge anche che "La UEFA (la confederazione a cui appartengono tutte le squadre colpite) e le altre organizzazioni sportive determineranno eventuali misure o sanzioni aggiuntive, inclusa l'eventuale esclusione della Russia dalle competizioni , che saranno applicate nel prossimo futuro nel caso in cui la situazione non migliori rapidamente", lasciando quindi aperta la porte a nuove misure più pesanti in arrivo anche a stretto giro di posta.

Decisioni quelle prese dalla FIFA quest'oggi che non hanno però convinto la Polonia come dimostra l'immediato commento fatto dal numero uno della Federcalcio polacca Cezary Kulesza che ha ribadito che la Polonia non intende comunque scendere in campo contro la Russia nello spareggio per partecipare alla prossima Coppa del Mondo: "La decisione odierna della FIFA è del tutto inaccettabile. Non siamo interessati a partecipare a questo gioco di apparenze. La nostra posizione rimane intatta: la nazionale polacca NON GIOCHERÀ con la Russia, non importa quale sia il nome della squadra" ha infatti immediatamente scritto su Twitter il presidente della Federazione calcistica polacca a riguardo.

1.740 CONDIVISIONI
4303 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views