È ufficiale rinviata! Paese assurdo. Ridicolo! Gestito da irresponsabili. Lo stadio? Il luogo meno pericoloso al mondo. Ora chiudiamo tutti gli esercizi pubblici per la paura!

Sono queste le parole utilizzate dal proprietario dell'Ascoli, Massimo Pulcinelli, per commentare il rinvio della gara di Serie B tra la sua squadra e la Cremonese, in programma oggi pomeriggio alle ore 15: allo stadio Del Duca della città marchigiana, per l'allarme Coronavirus. La decisione del Gos (Gruppo operativo sicurezza) è stata comunicata pochi minuti fa alle due squadre che erano già giunte nell’impianto sportivo e questa cosa non deve essere affatto piaciuta al numero uno del club bianconero, che ha deciso di esternarle attraverso il suo profilo Instagram con due stories: la prima è quella che vi abbiamo già riportato mentre nell'altra ha scritto "Ora chiudiamo tutti gli esercizi pubblici". 

La decisione di rinviare Ascoli-Cremonese

Perché è stata rinviata Ascoli-Cremonese? Il provvedimento è legato al caso positivo segnalato nella città di Cremona, dove sono state chiuse le scuole e annullati tutti gli eventi culturali e sportivi. Questa situazione ha portato il Gos a prendere questa decisione spinto alla massima cautela per preservare la salute dei calciatori e dei tifosi che sarebbero accorsi nella città marchigiana.

La lista delle partite rinviate

Quella tra Ascoli e Cremonese è la partita più "importante" che non si disputerà a causa dell'allarme Coronavirus che è scoppiato nelle scorse ore anche nelle nostra penisola ma nei campionati professionistici era già di ieri la notizia del rinvio della partita di Serie C tra Piacenza e Sambenedettese. Questi sono i due casi che riguardano il calcio professionistico ma sono state rinviate diverse partite anche nel campionato di Serie D e nei campionati dilettantistici.

tot. contagiati 101.739
30 marzo 1.648
tot. guariti 14.620
30 marzo 1.590
tot. deceduti 11.591
30 marzo 812