Il presidente del Barcellona, Josep María Bartomeu
in foto: Il presidente del Barcellona, Josep María Bartomeu

Di fronte alle gravi difficoltà create dal virus Covid-19, anche il calcio spagnolo ha dovuto fermarsi e mandare a casa tutti i giocatori. In attesa di capire se e quando si potrà tornare in campo, da Barcellona arriva intanto una notizia che potrebbe in qualche modo aiutare anche le società italiane. Come riportato dal catalano ‘Sport', la società blaugrana e i giocatori della rosa di Ernesto Valverde avrebbero infatti trovato un bozza d'accordo per una riduzione dello stipendio durante la crisi Coronavirus.

Nelle scorse ore il presidente Josep María Bartomeu, ha parlato con i giocatori più rappresentativi della prima squadra (i senatori Messi, Busquets, Sergi Roberto e Piqué) e trovato una prima intesa per il taglio salariale. L'accordo, che riguarderebbe soltanto la prima squadra del Barcellona e non le altre della ‘polisportiva' catalana, dovrà essere ridiscusso e formalmente ratificato nei prossimi giorni.

Le società italiane alla finestra

Di questo argomento, ma soprattutto delle conseguenze legate al Coronavirus, Bartomeu ne parlerà anche con i membri dell'ECA, della UEFA e di alcuni club dei campionati europei in una ‘conference call' in programma già nella giornata di domani. Il numero uno blaugrana intende infatti trovare una strada comune con le istituzioni e con le altre leghe europee: alcune delle quali già al lavoro per studiare una forma di taglio sugli ingaggi dei giocatori. Oltre al Barcellona, anche altri club hanno già avanzato l'ipotesi di un intervento simile. È già successo in Germania, Francia e Svizzera, ed è all'ordine del giorno anche in Italia, dove alcuni presidenti hanno già parlato di possibili riduzioni sui prossimi stipendi.