Foto https://www.facebook.com/MoncalieriRugby/
in foto: Foto https://www.facebook.com/MoncalieriRugby/

Il rugby  italiano è in lutto. È morto a soli 20 anni Gabriele Giustetto, vittima di un terribile incidente stradale nel tardo pomeriggio di ieri sull'autostrada A6 Torino-Savona. Il classe 2000 proveniva dalle" Vespe" dell’ASD Moncalieri e per due stagioni aveva preso parte al percorso tecnico federale. Un feeling unico quello con la palla ovale per "Giuste", in memoria del quale sarà osservato un minuto di silenzio nel fine settimana in occasione di tutte le partite sui campi d'Italia.

Garbiele Giustetto è una delle due vittime di un grave incidente stradale avvenuto ieri nel piemontese. Il furgone guidato da Giustetto è finito fuori strada e contro un muro dopo una sbandata per cause da accertare. Per l'autista e l'altra persona che era al suo fianco non c'è stato nulla da fare. La notizia è stata ufficializzata dall'ASD Moncalieri che ha postato un'immagine del ragazzo che ha lasciato un segno indelebile nelle "Vespe": "Con grande dolore annunciamo che ieri in incidente stradale è mancato il nostro amato Gabriele, per tutti noi semplicemente Giuste.
Tutta la società si stringe alla famiglia in questo momento così difficile. Tutte le attività vengono temporaneamente sospese".

Chi era Gabriele Giustetto, minuto di silenzio su tutti i campi d'Italia

Anche la Federazione Italiana Rugby ha dedicato a Giustetto un comunicato, ripercorrendone le attività: "A veva preso parte per due anni al percorso tecnico federale, partecipando prima all’attività dell’Accademia U16 di Torino e successivamente al Centro di Formazione Permanente di Milano nella Stagione Sportiva 2017/18. Un’esperienza che Gabriele aveva amato, ed alla quale a pochi giorni dalla conclusione dell’attività nella primavera del 2018 aveva dedicato un lungo post sul suo profilo Instagram: “Due anni che hanno ci hanno cambiato, due anni che hanno fatto nascere amicizie fortissime. […] A settembre penso che sarà dura iniziare la vita di nuovo a casa, ma penso che comunque avremo un sacco di bellissimi ricordi che non scorderemo mai. Speriamo di rivederci, e che questo non sia un addio". In ricordo di Gabriele un minuto di silenzio verrà osservato nel fine settimana su tutti i campi d’Italia.