Irlanda-Italia in programma a Dublino il 7 marzo non si gioca ed è a rischio anche Italia-Inghilterra, altro incontro del Sei Nazioni di Rugby (addirittura in agenda tra un mese). È l'effetto dell'emergenza Coronavirus (qui tutti gli aggiornamenti sulla situazione) che avuto riflessi sul mondo dello sport anche in Europa e non solo in Italia.

La nota della Federazione irlandese sull'annullamento del match

È stata la Federazione irlandese a pubblicare un comunicato ufficiale nel quale, in linea con le prescrizioni del ministro della Salute per fare fronte alla situazione, viene annunciato il provvedimento. Non ci sarà "fischio" d'inizio e resta in forte dubbio la disputa stessa della gara.

Siamo già al lavoro con tutte le altre federazioni del Sei Nazioni per esaminare la possibilità di destinare le partite ad altra data, contando di avere novità già nei prossimi giorni – si legge nella nota -. Il provvedimento di sospensione riguarda anche le partite tra le nazionali femminili e Under 20, che fanno parte del programma di incontri del fine settimana 6-8 marzo. Quanto alle date, non abbiamo ancora certezze.

In forte dubbio anche Italia-Inghilterra del 14 marzo

Al momento l'evento nel calendario del Sei Nazioni resta confermato ma le autorità inglesi si sono riservate di valutare al momento opportuno quali provvedimenti prendere nel rispetto dei tifosi ma dando priorità alla tutela della salute pubblica.

La classifica del Sei Nazioni, a che punto è il torneo

A che punto è la situazione a livello sportivo? Per adesso nella classifica del Sei Nazioni l'Irlanda si trova ins econda posizione assieme all'Inghilterra, entrambe sono a quota a -4 dalla Francia. Ecco perché gli irlandesi possono ritenersi ancora in corsa per la vittoria del trofeo. Nulla da fare, invece, per l'Italia che resta col "cucchiaio di legno in magno" con 3 sconfitte su 3.

tot. contagiati 105.792
31 marzo 2.107
tot. guariti 15.729
31 marzo 1.109
tot. deceduti 12.428
31 marzo 837