67 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Pd attacca Rocca sulla Sanità del Lazio: “Sistema al collasso, continua a investire su privati”

Pd all’attacco di Rocca sulla Sanità del Lazio: “Dopo un anno di Giunta Rocca non si sono riscontrati miglioramenti, anzi”. Il comparto viene definito “al collasso” dai consiglieri regionali dem.
A cura di Enrico Tata
67 CONDIVISIONI
Immagine

Carenza di personale, blocco delle assunzioni, aumento delle liste di attesa, fallimento delle campagne vaccinali, finanziamenti massicci ai privati e il problema del ricorso sempre più strutturale ai cosiddetti ‘medici gettonisti', pagati cioè a gettone. Un sistema sanitario definito "al collasso". Sono queste le accuse lanciate al presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, dal gruppo dei consiglieri regionali del Partito democratico, che per oggi ha organizzato un'iniziativa pubblica con sindacati e associazioni, dedicata proprio al comparto sanitario.

Secondo il segretario del Pd Lazio, Daniele Leodori, "dopo un anno di Giunta Rocca nella sanità non si sono riscontrati miglioramenti, anzi. Le liste d’attesa sono una continua emergenza, così come i pronto soccorso. A questo si aggiunge il tema delle assunzioni e delle condizioni di lavoro del personale sanitario".

E Marta Bonafoni, consigliera regionale e presidente della commissione Trasparenza e Pubblicità, ha aggiunto: "Il reperimento di nuovo personale è praticamente fermo, emergenze nei pronto soccorso e una sanità territoriale di prossimità improvvisamente scomparsa dai radar della politica regionale. Sono solo alcuni indicatori di un bilancio più che negativo. A cui sia aggiunge la scelta di spendere soldi pubblici a favore della sanità privata".

Immagine

Proprio sul crescente ricorso ai privati ha puntato il dito la consigliera dem Eleonora Mattia, secondo cui ammontano ad oltre 50 milioni di euro le risorse pubbliche che la giunta Rocca ha destinato ai privati per il ricorso ai medici a gettone, per le esternalizzazioni dei servizi infermieristici e socio-aziendali, per i posti letto aggiuntivi acquistati dai privati. Con questi fondi, ha spiegato Mattia, "si sarebbe potuto invece procedere all’assunzione di circa 1.250 infermieri o di 700 medici per far fronte alle necessità del Servizio sanitario regionale".

Per questo la consigliera dem ha presentato un'interrogazione "per sapere, con numeri precisi alla mano, qual è lo stato attuale del fabbisogno di personale nel Sistema sanitario regionale e come viene gestito, dalla mappa di pensionamenti e assunzioni fino alle esternalizzazioni".

Secondo Mattia con la Giunta Rocca la Sanità del Lazio è già da “codice rosso”. Ha aggiunto Massimiliano Valeriani, Pd,  componente della commissione regionale Sanità: "Carenza di personale e blocco delle assunzioni, aumento delle liste di attesa e fallimento delle campagne vaccinali: un anno di presidenza Rocca sta portando il sistema sanitario regionale verso il collasso.  Il governatore gestisce la sanità laziale insieme a pochi amici, attribuendo sempre più risorse agli operatori privati a danno delle strutture pubbliche".

67 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views