Emergenza immigrazione
10 Dicembre 2021
17:20

Quanti migranti sono sbarcati in Italia nel 2021, i numeri del Viminale

La Lega torna ad attaccare Lamorgese sugli sbarchi di migranti, ma vediamo quanti sono gli arrivi quest’anno e da cosa dipende l’aumento.
A cura di Tommaso Coluzzi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza immigrazione

Quanti migranti sono arrivati in Italia attraverso il mar Mediterraneo nel 2021? Qual è il numero degli sbarchi, in relazione agli anni scorsi? Le domande, ovviamente, sono più che lecite, anche alla luce di una narrazione che viene portata avanti giorno dopo giorno da alcuni partiti politici che hanno fatto della propaganda contro i migranti uno dei propri tratti distintivi: "Sbarchi clandestini raddoppiati, 100mila arrivi negli ultimi due anni, un'Europa su questo tema assente e lontana – si legge oggi in un messaggio che arriva da fonti anonime della Lega di Matteo Salvini – E oggi le dimissioni del Capo Dipartimento dell’Immigrazione. Disastro al Viminale, il ministro riferisca immediatamente in Parlamento".

A parte la storia che vede coinvolta la moglie del capo dipartimento dell'Immigrazione al ministero dell'Interno, che ha portato alle sue immediate dimissioni, la protesta del Carroccio, che ancora una volta prende di mira Lamorgese e chiede che riferisca in Aula, mette in mezzo dei numeri che meritano un approfondimento di indagine.

Ogni giorno sul sito del ministero dell'Interno viene aggiornato il cruscotto statistico che tiene conto degli sbarchi di migranti provenienti dalla rotta del Mediterraneo. Il grafico che confronta quanto accaduto negli ultimi tre anni dimostra un aumento netto prima rispetto al 2019 e poi rispetto al 2020. Si passa dagli 11.097 sbarchi nel 2019 ai 32.919 sbarchi del 2020 ai 63.062 del 2021 (che ancora non è terminato, ma a dicembre gli arrivi sono quasi zero).

Se è vero che l'aumento è netto, è anche vero che non siamo, ovviamente, ai livelli che portarono agli accordi con la Libia. Ma, secondo quanto conferma uno studio dell'Ispi, andiamo verso una stabilizzazione degli arrivi intorno alle 50mila persone l'anno. Niente di strano, già prima della guerra civile in Libia, nel periodo delle Primavere arabe, i numeri erano questi. E oggi, con la situazione difficile in Tunisia, non sorprende che circa un quarto degli sbarchi nel 2021 provengono proprio da lì. Un ultimo passaggio va dedicato al ruolo delle navi delle Ong, accusate di essere un fattore di richiamo per i migranti che partono. Non è così, e lo dicono i numeri: dieci persone su dieci approdano in Italia senza passare per le navi umanitarie.

301 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni