105 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Per Crosetto e la Nato la Russia non si sta preparando a usare il nucleare: “Ma sarà guerra lunga”

Secondo la Nato la Russia sta usando una retorica della guerra nucleare “pericolosa e irresponsabile”. Ma non ci sarebbero indicazioni che Mosca stia per lanciare una bomba atomica. Dello stesso parere anche Guido Crosetto: “Non credo che Putin arriverà a tanto, ma guerra sarà molto lunga”.
A cura di Annalisa Girardi
105 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Per la Nato la retorica della guerra nucleare che sta usando la Russia è "pericolosa e irresponsabile". Lo ha ribadito un portavoce dell'Alleanza atlantica, dopo la notizia data dal presidente russo in persona sul dispiegamento di armi tattiche in Bielorussia. Non ci sarebbero però indicazioni che Mosca si stia preparando a lanciare una bomba atomica.

Un'informazione sottolineata anche dal portavoce del dipartimento di Stato statunitense, Vedant Patel, alla Cnn: "Non abbiamo registrato alcun motivo per modificare la nostra posizione nucleare strategica, né alcuna indicazione del fatto che la Russia si stia preparando a utilizzare un'arma nucleare", ha detto.

Al di là dell'intelligence arrivata a Nato o Usa, quanto annunciato da Vladimir Putin sulle armi tattiche in Bielorussia continua a preoccupare. Specialmente gli ucraini. Kiev ha chiesto una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza della Nazioni Unite e ha affermato di aspettarsi "azioni efficaci per contrastare il ricatto nucleare del Cremlino da parte di Regno Unito, Cina, Stati Uniti e Francia".

Anche il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, ha commentato quanto sta accadendo: "Credo sia al momento solo una minaccia per intimorire l'avversario e dire ‘vi possiamo attaccare anche dalla Bielorussia'. Detto questo, la minaccia non va mai sottovalutata", ha detto a margine di una presentazione di un libro a Ria.

Invece il ministro della Difesa, Guido Crosetto, in visita alle Nazioni Unite a New York ha detto: "Non credo che Putin arriverà al nucleare ma temo che sarà una guerra molto lunga che verrà portata avanti con il sacrificio di tante vite. E Putin è disposto a farlo". Il ministro, co-fondatore di Fratelli d'Italia, ha anche sottolineato la necessità di "pensare a sistemi di difesa complessi, perché nei prossimi anni avremo bisogno di difenderci".

L'Alto Rappresentate per la politica estera dell'Ue, Josep Borrell, da parte sua, ha annunciato sanzioni. "La Bielorussia che ospita armi nucleari russe porterebbe a un'escalation irresponsabili e una minaccia alla sicurezza europea. La Bielorussia può fermare tutto questo, è una sua scelta. L'Ue è pronta a rispondere con nuove sanzioni", ha scritto su Twitter.

105 CONDIVISIONI
4265 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views