115 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
News su migranti e sbarchi in Italia

La Ocean Viking soccorre gommone alla deriva, in mare da una settimana: ci sarebbero 50 dispersi

Alla deriva da una settimana, senza né acqua né cibo. Sono 25 i migranti soccorsi da Ocean Viking, la nave umanitaria di Sos Mediterranee, che li ha avvistati a bordo di un gommone sgonfio con il binocolo. A partire dalla Libia, però, sarebbero stati molti di più: si temono oltre cinquanta dispersi.
A cura di Annalisa Girardi
115 CONDIVISIONI
Credits: Johanna de Tessières / SOS MEDITERRANEE
Credits: Johanna de Tessières / SOS MEDITERRANEE
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Lo hanno avvistato dal ponte della nave con un binocolo: un gommone sgonfio, a bordo c'era una ventina di persone, completamente esauste. Precisamente 25 naufraghi, disidratati, alcuni presentavano ustioni. Sono stati soccorsi dalla Ocean Viking, la nave umanitaria della Ong Sos Mediterranee. Salpati dalla Libia, erano alla deriva da circa una settimana. Dalla Ong ci raccontano che due persone erano in stato di incoscienza quando è partito il soccorso: hanno provato a rianimarle, ma non è stato possibile, così sono state immediatamente evacuate con un elicottero della Guardia costiera. I migranti erano talmente stremate che a stento riuscivano a parlare. Dalle primissime testimonianze, però, è emerso che a partire erano oltre una settantina, forse più. I dispersi, quindi, sarebbero circa cinquanta.

I 25 migranti soccorsi, che ora si trovano a bordo della nave – ad eccezione delle due persone in condizioni critiche subito evacuate – e ricevendo cure mediche – sono tutti uomini. Tra loro anche 12 minori non accompagnati, due hanno meno di 13 anni. Sos Mediterranee ci racconta che tra i dispersi ci sarebbero anche molte donne, ma al momento è ancora difficile ricostruire le situazione e quanto accaduto: i naufraghi sono rimasti alla deriva nel bel mezzo del Mediterraneo per giorni e giorni, sono in uno stato fisico e psicologico estremamente vulnerabile.

Quando è stato soccorso, il barcone si trovava in zona Sar (search and rescue) libica. "Secondo le prime testimonianze, l'imbarcazione ha trascorso circa 7gg in mare aperto. I sopravvissuti raccontano che molte persone sono morte. Tutti i naufraghi sono sotto le cure dei nostri medici ed è stata richiesta un'evacuazione medica per due persone in condizioni critiche", scrive l'Ong su X.

Credits: Johanna de Tessières / SOS MEDITERRANEE
Credits: Johanna de Tessières / SOS MEDITERRANEE

Per poi aggiungere: "Due persone svenute che le nostre squadre non sono riuscite a rianimare sono state trasportate in Sicilia in elicottero". L'equipaggio racconta anche che i sopravvissuti sono partiti dalla Libia, da Zawiya, una settimana prima di essere avvisatati dalla Ocean Viking e soccorsi. Il motore, però, si è rotto al terzo giorno, lasciandoli alla deriva: una intera settimana senza acqua e cibo.

La Ocean Viking, ci spiegano sempre dalla Ong, si trova ancora in mare. Ci sono altre persone da soccorrere, le operazioni di salvataggio non sono ancora terminate. Nel frattempo tre navi umanitarie sono sotto sequestro in Italia – si tratta della Sea Watch 4, la Sea Watch 5 e la Humanity1 – e non possono prendere il largo. Dove nel frattempo, troppe persone continuano a perdere la vita.

Credits: Johanna de Tessières / SOS MEDITERRANEE
Credits: Johanna de Tessières / SOS MEDITERRANEE
115 CONDIVISIONI
867 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views