27 Maggio 2021
07:59

Come cambiano i colori delle Regioni con il monitoraggio Iss di domani: chi andrà in zona bianca

Il monitoraggio Iss di domani dovrebbe confermare il passaggio di tre Regioni in zona bianca a partire dal 1 giugno, il che vuol dire riaprire tutto mantenendo protocolli di sicurezza, distanziamento e mascherina. Dal 7 giugno si aggiungeranno altre quattro Regioni, ma i dati di domani saranno fondamentali per capire chi potrà andare in zona bianca da metà giugno: sperano Emilia Romagna, Lazio, Lombardia e Piemonte.
A cura di Tommaso Coluzzi

Per la prima settimana da molti mesi, l'Italia è tutta in zona gialla. L'omogeneità del colore sul territorio, però, è destinata a finire già dalla prossima settimana. Le prime Regioni cominceranno ad andare in zona bianca, eliminando tutte le restrizioni tranne mascherina e distanziamento. Decisivo sarà, ancora una volta, il monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità di domani, come ogni venerdì. Il dato su cui sono puntati tutti gli occhi è l'incidenza settimanale ogni 100mila abitanti: se è sotto a 50 per tre settimane di fila si passa direttamente in zona bianca. Sono tre le Regioni che, con ogni probabilità, si sposteranno la prossima settimana. Ma i dati di domani saranno decisivi anche per tutte le altre: chi avrà l'incidenza sotto la soglia potrà sperare nella zona bianca a metà giugno.

Quali Regioni cambiano colore dal 1 giugno

Dal primo giugno dovrebbero passare in zona bianca Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Lo spostamento di fascia potrebbe avvenire anche il 31 maggio, dato che il primo giugno è martedì e di solito i cambi di colore avvengono il lunedì. Ma per saperlo con certezza bisognerà aspettare le ordinanze che domani firmerà il ministro Speranza, che confermeranno le indiscrezioni su Regioni e date. A partire dalla prossima settimana, quindi, l'Italia non sarà più tutta gialla. Nelle tre Regioni in bianco cadranno tutte le restrizioni tranne mascherina e distanziamento, oltre ai protocolli obbligatori per le varie attività. Sospeso anche il coprifuoco.

A metà giugno mezza Italia sarà zona bianca

Già a partire dalla settimana successiva, e quindi dal 7 di giugno, sono destinate a passare in zona bianca diverse Regioni: Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto. Per tutte le altre sarà decisivo proprio il monitoraggio Iss di domani: chi domani sarà sotto la soglia dei 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti potrà, considerando sempre di mantenerla per le successive due settimane, sperare nella zona bianca a partire dal 14 giugno. Ci sono molte Regioni a ridosso di quel valore, con il dato che, giorno dopo giorno, continua a calare. Quasi nessuno è al momento sicuro di farcela: Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Piemonte sono tutte di poco sopra la soglia, potrebbero dover aspettare una settimana in più o in meno, ma si saprà solo domani. Più distante la Puglia, quasi a 60.

Le Regioni a rischio zona gialla da lunedì 20 settembre, domani il monitoraggio ISS
Le Regioni a rischio zona gialla da lunedì 20 settembre, domani il monitoraggio ISS
Le Regioni che andranno in zona gialla dalla prossima settimana dopo il monitoraggio Iss di oggi
Le Regioni che andranno in zona gialla dalla prossima settimana dopo il monitoraggio Iss di oggi
Quali Regioni rischiano la zona gialla dalla prossima settimana con il monitoraggio Iss di domani
Quali Regioni rischiano la zona gialla dalla prossima settimana con il monitoraggio Iss di domani
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni