Centinaia di ragazzi accalcati in una discoteca, nessuno dei quali indossa la mascherina: la serata, infine, si conclude anche con una violenta rissa. La vicenda, relativa allo scorso fine settimana, arriva da un noto locale di Trecase, nella provincia di Napoli: tanti i video che sono stati pubblicati nelle scorse ore sui social network e che mostrano dapprima il mancato rispetto delle normative anti-Coronavirus, e poi la violenta rissa, i cui motivi scatenanti non sono chiari. La vicenda è stata ripresa anche dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che sulla sua pagina Facebook ha pubblicato il video incriminato e ha così commentato: "Sconcertate. Abbiamo segnalato il filmato alle autorità competenti".

La violenta rissa scoppiata il 9 agosto

Alle prime luci dell'alba del 9 agosto scorso, intorno alle 4, con la serata ancora in pieno svolgimento, la violenza è scattata nel noto locale in via Panoramica, a Trecase: tra i sei e gli otto giovani, non ancora identificati, si sono selvaggiamente picchiati, per motivi che sono ancora in corso di accertamento. Non è stato richiesto l'intervento delle forze dell'ordine e nessuno dei giovani coinvolti si sono fatti refertare in ospedale. Dopo la diffusione dei video che immortalano la rissa, però, i carabinieri di Torre Annunziata hanno avviato le indagini per risalire ai responsabili della violenza e determinare le cause che l'hanno scatenata.

Oltre alla violenza, grave è anche il mancato rispetto delle normative anti-Covid: quasi nessuno dei presenti nel locale, come si vede dai video, indossa la mascherina. In questa ultima fase dell'emergenza sanitaria, anche per episodi del genere, si è osservato un abbassamento dell'età media dei contagiati da Coronavirus, che adesso colpisce soprattutto i giovani.