Giorgio Scaramella, 51 anni, Domenico Scaramella, 51 anni, Antonio Venditto, 26 anni, Antonio Cirillo, 33 anni: ecco i nomi e le foto dei  presunti assassini di Maurizio Cerrato, il 61enne di Torre Annunziata morto per difendere la figlia in via IV Novembre. Destinatari di un decreto di fermo, hanno trascorso la prima notte nel carcere di Napoli-Poggioreale.

Una spedizione punitiva: così è stato ricostruito l'omicidio di Cerrato, avvenuto dopo un diverbio per motivi di parcheggio stradale. In quattro lo avrebbero tenuto fermo mentre veniva pugnalato al petto davanti alla figlia, Maria Adriana Cerrato, che proprio a Fanpage.it, poche ore dopo il fatto, aveva descritto con chiarezza l'abominevole scena.

La scena del fatto è una stradina in cui gli stalli di sosta sono contrassegnati e "conservati" come se fossero privati, collocandovi delle vecchie sedie a mo' di paletto anti-sosta, da rimuovere alla bisogna. Le sedie saranno rimosse, assicura il vicesindaco Lorenzo Diana che ha annunciato «la costituzione dell’Ente comunale come parte civile nel processo, a tutela della famiglia Cerrato e per tutti i cittadini oplontini. A giorni firmeremo l’ordinanza di rimozione di tutti i corpi che occupano la sede stradale».

Ieri il comune di Torre Annunziata con una nota ha espresso soddisfazione per l'arresto delle quattro persone ritenute responsabili dell’omicidio del nostro concittadino. Il sindaco Vincenzo Ascione  ha scritto:

A nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera comunità cittadina, rivolgo il mio ringraziamento alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata e alle donne e gli uomini dell’Arma per il meticoloso e incessante lavoro svolto durante le indagini, grazie al quale è stato possibile assicurare alla giustizia in tempi brevissimi i responsabili dell’efferato omicidio.Rinnovo la mia assoluta vicinanza ai familiari, la cui esistenza è stata stravolta per sempre quella maledetta sera di quattro giorni fa. Sono conscio del fatto che nessun arresto o condanna, che mi auguro sia esemplare, potrà mai alleviare l’indicibile sofferenza causata dall’assurda morte del loro amatissimo Maurizio.

Oggi  don Ciro Cozzolino, parroco della SS. Trinità, a Torre Annunziata, con Libera ha organizzato il flash mob alle ore 17 i nella piazzetta che si trova proprio in via IV Novembre.