Ha deciso di affidare a un post pubblicato su Facebook il suo dolore e la sua rabbia, Giulio Salzillo, ex assessore al Comune di Marcianise (Caserta), raccontando attraverso la sua pagina social la morte del padre e denunciando che il genitore sarebbe morto di Covid, dopo essere stato contagiato in ospedale. Salzillo scrive su Facebook:

Il mio faro, la mia guida di un'intera vita; se n'è andato in silenzio come ha sempre fatto senza disturbare nessuno. È stato vittima della malasanità. Ricoverato con tampone negativo per ben due volte, ha contratto il Covid per la presenza tra i sanitari di un ausiliare positivo asintomatico. Non è giusto, dopo tante premure dei familiari, rimanere vittima di sciagurati che ti dovrebbero preservare. Non è giusto dopo una vita di sacrifici e di rispetto delle regole non poter ricevere una banale assistenza per una gestione scellerata

L'ex assessore comunale di Marcianise, poi, dedica il post al ricordo del genitore, ringraziando tutti coloro che, in questo momento tragico, hanno dimostrato vicinanza alla famiglia e informando gli interessati sui funerali del padre:

Mio padre era un uomo d'altri tempi, di quei tempi d'oro che ci hanno insegnato il rispetto e i valori umani. Merita rispetto ed onore per tutto ciò che ci ha dato. Il rito della sepoltura sarà celebrato secondo il protocollo di legge. Arriverà al cimitero alle ore 11.00 e sul piazzale antistante sarà benedetta la salma; invochiamo il rispetto del distanziamento e del rispetto delle norme anti Covid. La mia famiglia ed io ringraziamo tutti per il notevole affetto e per la forte vicinanza che ci state testimoniando