24 Ottobre 8:28 Scontri a Napoli contro De Luca e il coprifuoco: assalto alle forze dell’ordine

Scene di guerriglia urbana quelle che si sono viste questa notte a Napoli, dove migliaia di persone sono scese in piazza per protestare contro il coprifuoco imposto dal governatore campano Vincenzo De Luca per arginare la diffusione del Coronavirus. Ieri, venerdì 23 ottobre, è entrata in vigore l'ordinanza della Regione Campania che istituisce il coprifuoco: esercizi commerciali chiusi dalle 23 alle 5 del mattino. Inoltre, nel pomeriggio, nel corso della sua abituale diretta del venerdì, il governatore De Luca ha annunciato di voler attuare un vero e proprio lockdown in Campania. In serata, dunque, migliaia di persone si sono date appuntamento nel centro antico di Napoli per manifestare dissenso contro i provvedimenti adottati. Quando il corteo è giunto nella zona del Lungomare e di Santa Lucia, dove c'è la sede della Regione Campania, la rabbia è esplosa: i manifestanti hanno assaltato automobili e camionette di polizia, carabinieri e municipale, dando vita a una vera e propria guerriglia che si è protratta a lungo per tutta la notte.