3.778 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
15 Aprile 2022
18:55

“Gesù, ferma la guerra”, preghiera e cartelli per l’Ucraina alla processione dei Misteri di Procida

Portati in processione 30 manufatti artistici ispirati al Vecchio e al Nuovo Testamento. Omaggio anche alle vittime del Covid.
A cura di Pierluigi Frattasi
3.778 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

“Gesù, ti prego, ferma la guerra e salva tutti i bambini”. È la preghiera che si legge su uno dei cartelli durante la Processione dei Misteri sull'isola di Procida, nel Golfo di Napoli. Uno dei riti tradizionali delle Settimana Santa di Pasqua, quest'anno ancora più sentito dagli abitanti per la concomitanza con la festa di Procida Capitale della Cultura Italiana 2022. Il corteo ha sfilato per i vicoli dell'“Isola di Arturo”, esponendo simboli di pace e di fratellanza tra i popoli. Accanto al “no” alla guerra, in tutte le sue forme, anche l'omaggio a tutte le vittime del Covid.

In processione 30 manufatti artistici

Una grande folla ha assistito alla Processione del Cristo Morto e dei Misteri che ha portato in corteo 30 manufatti artistici, realizzati con la partecipazione di duemila cittadini. C'è stato poi un toccante e applaudito omaggio alle vittime della guerra in Ucraina e della pandemia, insieme a un inno condiviso alla pace e alla fratellanza tra i popoli: come tradizione, i Misteri in processione per le vie di Procida, Capitale Italiana della Cultura 2022, hanno raccontato – insieme agli episodi del Vecchio e Nuovo Testamento – anche la stretta attualità.

I manufatti artistici ispirati ad episodi del Vecchio e Nuovo Testamento sono stati realizzati con vari materiali (cartapesta, legno e altri materiali poveri, con una particolare attenzione al riuso), la cui costruzione era stata avviata nei mesi scorsi. Le 30 tavole sono state portate a braccio attraverso il centro dell’isola, dal borgo di Terra Murata a Marina Grande.

Organizzato dalla Congregazione dell’Immacolata dei Turchini grazie al talento e alla fantasia delle associazioni “L’isola dei Misteri”, “I ragazzi dei Misteri” e “Venerdì Santo”, l’evento è avvenuto in piena sicurezza, dopo due anni di stop forzato a causa del Covid. A partire da domani, sabato 16 aprile, e fino al 1° maggio, i Misteri saranno esposti al pubblico nelle aree esterne della Cittadella dei Misteri, nel borgo di Terra Murata, nell’ambito delle iniziative previste per Procida 2022.

Nel corso delle celebrazioni della Settimana Santa è stato inoltre avviato il laboratorio che darà vita a “Ritual Project”, un percorso sonoro di installazioni multimediali alla scoperta delle più antiche pratiche rituali dell’isola di Procida: una squadra di tecnici si è immersa nelle atmosfere dei riti per catturarne i suoni e creare un archivio digitale sonoro sulle ritualità della Settimana Santa procidana.

3.778 CONDIVISIONI
2581 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni