20 Luglio 2021
17:45

Un Qr code sulla lapide per conoscere la storia del defunto, il nuovo servizio delle pompe funebri

Alcune imprese di pompe funebri lombarde hanno lanciato un nuovo servizio. Con un Qr code in ceramica direttamente sulla lapide del defunto, collegato a una pagina su un sito internet, chi lo desidera, anche chi non è riuscito a partecipare al funerale, soprattutto in questi tempi di pandemia, potrà decidere di condividere un ricordo.
A cura di Simona Buscaglia
In foto il servizio del QrCode (Immagine di Onoranze funebri Baradello)
In foto il servizio del QrCode (Immagine di Onoranze funebri Baradello)

Un Qr code in ceramica sulla lapide del defunto permetterà l'accesso a una serie di contenuti, dai semplici messaggi a veri e propri racconti, di parenti e amici, anche con foto e contenuti multimediali. Il servizio, partito negli Stati Uniti, è stato lanciato anche in Italia da alcune imprese di onoranze funebri, soprattutto in seguito alla pandemia.

Qr code sulla lapide per conoscere la storia del defunto

Le regole contro la diffusione del virus hanno impedito, per molti mesi, l'accesso alla messa in ricordo di un parente o amico: "Soprattutto nel lockdown totale, nel quale i familiari non potevano nemmeno visitare i parenti, all'inizio, prima che la cassa andasse in tumulazione o in cremazione, facevamo delle foto per mostrarle ai parenti, per dare un po' di conforto in un momento così difficile – ha raccontato a Fanpage.it Pietro Pozzi, titolare dell'impresa funebre Baradello di Montorfano, in provincia di Como – In seguito abbiamo pensato di usare un Qr code, che si collega a una pagina sul nostro sito internet, per le dirette streaming della messa o per poter intervenire nel libro firme digitale, proprio perché le persone non potevano partecipare fisicamente". Il servizio gratuito del Qr code sulla lapide del defunto invece "non ha avuto molto successo, deve prendere ancora piede. Da marzo dell'anno scorso solo una persona ha richiesto questo servizio".

Come funziona il servizio

C'è poi chi sta cercando di rendere autonoma la gestione della pagina internet collegata al Qr code del defunto, lasciandola in gestione alle famiglie. È il caso ad esempio del 32enne Davide Vago, titolare dell'impresa funebre Lanzani di Cesano Maderno, a Monza: "Abbiamo appena pensato a questo servizio per chi desidera tenere vivo il ricordo anche con il contributo di altre persone – ha raccontato Vago a Fanpage.it – Su un sito le famiglie potranno accettare o meno i contenuti che le persone vorranno pubblicare sulla pagina dei ricordi. Questo è un servizio per cercare di venire incontro alle esigenze delle famiglie". Durante la pandemia "dovevo videochiamare i cari del defunto per mostrare le bare – ha precisato il proprietario dell'impresa funebre – non eravamo preparati, per questo abbiamo creato anche un e-commerce del funerale, che oltre ad essere un servizio comodo permette una maggiore trasparenza nelle spese da affrontare".

Forti temporali in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo gialla
Forti temporali in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo gialla
Danno fuoco a una palestra e allo studio di una ex fidanzata: arrestati il dentista e l'amante
Danno fuoco a una palestra e allo studio di una ex fidanzata: arrestati il dentista e l'amante
Mozione Pd su fondi per centri estivi: in Lombardia maggioranza di centrodestra battuta
Mozione Pd su fondi per centri estivi: in Lombardia maggioranza di centrodestra battuta
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni