Dimessa dall'ospedale di Treviglio e non avendo un mezzo proprio per tornare a casa, una ragazza di 23 anni ha pensato bene di utilizzare una delle ambulanze parcheggiate all'esterno del pronto soccorso. È successo la scorsa notte, poco dopo la mezzanotte. Per il furto la giovane è stata denunciata a piede libero dai carabinieri.

Treviglio, esce dal pronto soccorso e ruba un'ambulanza per tornare a casa

Stando alla ricostruzione delle forze dell'ordine, la  23enne era appena uscita dal pronto soccorso di Treviglio, ospedale che rientra nella Asst Bergamo Ovest. A quel punto ha notato un'ambulanza vuota che aveva le chiavi inserite nel cruscotto. Senza pensarci due volte, è salita a bordo, ha messo in moto il veicolo e l'ha usato per tornarsene a casa. Il suo viaggio però è durato poco.

Ragazza di 23 anni denunciata per furto aggravato

Il personale sanitario ha subito allertato il 112 per segnalare l'accaduto: l'operatore della centrale operativa dei carabinieri di Treviglio ha chiesto alle pattuglie in servizio, impiegate nei servizi di controllo per il contenimento della diffusione del Covid-19, di convergere per intercettare il veicolo in fuga, la cui posizione era costantemente monitorata avvalendosi anche del sistema di tracciamento gps di cui è dotata l'ambulanza. Pochi minuti dopo, il veicolo ha raggiunto Arcene, comune vicino a Treviglio, dove è stato intercettato in via Matteotti. Ora la ventitreenne deve rispondere di furto aggravato.

In seguito dalle verifiche è emerso che la persona nel pomeriggio aveva litigato con i vicini per futili motivi, rompendo loro il parabrezza dell'auto con un bastone e rendendo necessario l'intervento dei carabinieri per riportarla alla calma.