7 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Suicidio di Luca Ruffino: la Guardia di Finanza indaga sulle sue società, compresa Visibilia

La Procura di Milano ha dato mandato alla Guardia di Finanza di scavare nelle società di Luca Ruffino per rintracciare una possibile causa del suo suicidio.
7 CONDIVISIONI
Immagine

La Procura di Milano sta indagando in ogni dove per cercare di capire quali possano essere le motivazioni che hanno portato il manager Luca Ruffino, presidente di Visibilia, a suicidarsi. Esclusa definitivamente con l'autopsia l'ipotesi che potesse avere una grave patologia, i magistrati hanno quindi chiesto alla Guardia di Finanza di scavare nelle sue società per rintracciare le eventuali cause di un gesto così estremo.

Indagini sulle società di Luca Ruffino

Mentre valutano di disporre l'analisi dei device elettronici del presidente di Visibilia, che si è suicidato lo scorso 6 agosto a Milano, al fine di rintracciare documenti che potrebbero spiegare la sua decisione, i magistrati che hanno aperto un fascicolo per istigazione al suicidio hanno anche deciso di dare alla Guardia di Finanza l'incarico di indagare sulle sue società

Secondo fonti investigative, fra queste ci sarebbe ovviamente anche la Visibilia Editore, la società di Daniela Santanché, attuale ministro del Turismo, e da cui Ruffino avrebbe comprato quote azionaria proprio pochi giorni prima di spararsi nonostante lo scandalo mediatico che ha coinvolto la società. Anche questa per gli inquirenti è una circostanza singolare per una persone che poi decide di farla finita.

Per la famiglia è un evento inaspettato

Non è solo per la magistratura e per gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Milano che il suicidio di Ruffino risulta inspiegabile. Anche i familiari lo hanno definito un evento "inaspettato e imponderabile". In particolare i figli Mattia e Mirko hanno detto che il gesto del padre "non trova collocazione in alcun contesto".

L'uomo, infatti, non risultava affetto da depressione o altre patologie psicologiche che potessero far pensare a un suicidio. Si sa soltanto, come ha scritto lui stesso in uno dei sei biglietti lasciati vicino al suo corpo, che quest'ultimo era stato un anno molto difficile per lui, ma non si capisce in che ambito. Proprio per questo gli inquirenti temono possano esserci state alcune situazioni, magari nell'ambito lavorativo, che possano averlo indotto al suicidio.

7 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views