A quasi 93 anni è riuscito a vincere la battaglia contro il coronavirus e ora vorrebbe realizzare il suo sogno. Arrigo Dall'Asta, bresciano, ospite della casa di riposo di Verolanuova, è sopravvissuto alla pandemia ed esprime un desiderio: prima di morire vuole vedere dal vivo una partita del Parma, la sua squadra del cuore, che giocherà proprio nello stadio del Brescia il prossimo 25 luglio.

Arrigo sconfigge il virus a 93 anni: "Ora vorrei vedere una partita allo stadio"

I figli dell'anziano, Paola e Oliviero, hanno raccontato la sua storia ai giornali locali. "Ci ha confidato con le lacrime agli occhi di poter vedere la squadra per la quale ha sempre fatto il tifo – hanno riferito -. Anni fa davanti alla televisione aveva avuto un infarto dopo aver assistito ad una sconfitta del Parma". Il sogno potrebbe essere realizzato, ma di mezzo di sono le norme anti coronavirus che impongono alla Serie A di giocare a porte chiuse. Ora la famiglia spera in un gesto di generosità  del presidente del Brescia Massimo Cellino.

La malattia e l'insperata guarigione

Ai parenti di Attilio sembrava impossibile che potesse sopravvivere al virus.  Cardiopatico, sordo e cieco da un occhio, ha un principio di Alzheimer e fatica a camminare. Eppure il suo fisico ha resistito all'attacco. Intanto nella strutture dove era ospite la pandemia portava via un ospite su tre e infettava una gran parte degli operatori.  "Quando lo hanno aiutato a respirare con l’ossigeno eravamo pronti a tutto, quasi rassegnati", hanno raccontato i figli di Arrigo. Poi, insperato, è arrivato un miglioramento. Fino alla buona notizia. "Ho fatto i due tamponi, sono guarito. Ho sconfitto il virus".