187 CONDIVISIONI

Violenta aggressione alla stazione di Cesate: 21enne picchiato per bancomat e scarpe di marca

Arrestati due 18enni per una violenta aggressione alla stazione di Cesate (Milano) avvenuta il 14 gennaio ai danni di un 21enne, colpito a calci e pugni sul viso e costretto a togliersi le scarpe. Ancora da rintracciare un terzo responsabile.
A cura di Francesca Del Boca
187 CONDIVISIONI
Immagine

Lo hanno atteso all'uscita della stazione ferroviaria di Cesate (Milano) per picchiarlo e rubargli carte di credito, contanti, smartphone. Nonché le sneakers di marca che indossava.

La vittima è un ragazzo di 21 anni, un residente della zona aggredito nella tarda serata di domenica 14 gennaio da una banda di tre giovanissimi: i responsabili, oggi due di loro sono stati individuati e arrestati dai Carabinieri della stazione di Cesate, coadiuvati dal personale della Sezione Operativa della Compagnia di Rho. I due indagati, entrambi 18enni, sono stati condotti nel carcere di San Vittore.

L'aggressione, secondo quanto ricostruito dalle telecamere della stazione di Cesate, è stata particolarmente brutale. I tre, con il volto solo parzialmente scoperto dai cappucci delle felpe, hanno prima teso un agguato al 21enne, bloccandolo alle spalle e picchiandolo con calci e pugni in tutto il corpo, viso compreso.

Poi gli hanno sottratto con la violenza un I-Phone 14 Pro con relativa sim, il portafogli con tutti i documenti e le tessere bancomat, costringendolo infine a togliersi un paio di scarpe di marca che indossava per consegnarle al gruppetto. Ma non solo. I tre hanno obbligato la vittima a fornire il codice di sblocco del cellulare, e hanno usato le sue carte di credito per comprare alcolici subito dopo l'aggressione.

Il 21enne, trasportato all'ospedale di Garbagnate Milanese, aveva riportato lesioni in varie parti del corpo e denunciato immediatamente il fatto ai Carabinieri. Oggi, dopo un mese, sono arrivati i primi due arresti: si cerca ancora il terzo componente del gruppo.

187 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views