46 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Professore di ginnastica molesta quattro studentesse minorenni a scuola: condannato a 2 anni

Il professore di educazione fisica di un istituto tecnico milanese è stato condannato a 2 anni in primo grado per violenza sessuale. L’uomo, all’epoca dei fatti 50enne, avrebbe molestato quattro studentesse minorenni.
A cura di Enrico Spaccini
46 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

È stato condannato a due anni di carcere, con pena sospesa, il processo in primo grado nei confronti di un insegnante di educazione fisica accusato di violenza sessuale nei confronti di otto allieve d'età compresa tra i 15 e i 18 anni. I giudici della Quinta sezione penale del Tribunale, presieduti da Elisabetta Canevini, lo hanno ritenuto responsabile di molestie nei confronti di quattro ragazze, assolvendolo per le altre quattro riconoscendo il fatto di minore gravità e le attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti.

I fatti risalgono all'anno scolastico 2016-2017. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti il professore, al tempo 50enne, era anche osteopata e avrebbe molestato e rivolto attenzioni pressanti con apprezzamenti a sfondo sessuale a diverse studentesse di un istituto tecnico milanese dove insegnava ginnastica che avevano età compresa tra i 15 e i 18 anni.

Per lui la Procura di Milano aveva chiesto il processo con l'accusa di violenza sessuale pluriaggravata dalla minore età e dalle condizioni di inferiorità fisica e psichica delle vittime, oltre che dall'aver commesso alcuni dei fatti contestati all'interno dell'istituto scolastico e in qualità di incaricato di pubblico servizio.

I giudici hanno deciso di condannarlo in primo grado per quattro degli otto casi contestati. La pena è pari a due anni ed è sospesa. Lui si è sempre dichiarato innocente ed è probabile che ricorrerà in appello. Prima, però, si devono attendere le motivazioni della sentenza che saranno depositate entro 90 giorni.

46 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views