Nuovo dietrofront in Lombardia sui vaccini per gli over 80. Una nuova precisazione è arrivata dalla Regione dopo la notizia, pubblicata con un comunicato stampa e rilasciata anche dalla vice presidente e assessora al Welfare Letizia Moratti, che tutti coloro che non avevano ancora aderito alla campagna e coloro che non erano stati ancora chiamati avrebbero potuto vaccinarsi dal 7 all'11 aprile presentandosi direttamente presso il centro vaccinale più vicino senza prenotazione.

Solo chi si è già prenotato potrà presentarsi in un centro vaccinale tra il 7 e l'11 aprile

Non è proprio così, ed è stato il consulente al piano vaccinale Guido Bertolaso a dover chiarire le modalità di prenotazione e vaccinazione per gli over 80 che ancora mancano all'appello: solo coloro che avevano già aderito sul portale del sistema regionale di Aria (molto criticato e poi sostituito con quello di Poste italiane) potranno recarsi direttamente al centro vaccinale più vicino per farsi vaccinare dal 7 all'11 aprile. Con sé dovranno portare la tessera sanitaria e un documento di identità.

Gli anziani over 80 che invece ancora non si erano prenotati potranno farlo a partire dal 7 aprile sul nuovo portale di Poste italiane (dove al momento sono attive le prenotazioni per i cittadini tra i 75 e i 79 anni, oltre 240mila quelle effettuate fino alla serata di ieri) e saranno vaccinati dopo l'11 aprile. Secondo gli ultimi dati, aggiornati a ieri mattina, in Lombardia sono 664mila (su un target di 725mila) gli anziani che si sono prenotati per la vaccinazione anti Covid. Di questi, il 66 per cento (439mila) ha ricevuto la prima dose. L'obiettivo di Regione Lombardia è di terminare la somministrazione di almeno le prime dosi a tutti gli over 80 che si sono prenotati entro l'11 aprile.