(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Arrivano i tamponi rapidi nei parcheggi degli aeroporti di Linate e Orio al Serio. L'aumento dei contagi da Coronavirus in Lombardia, uno dei territori più colpiti da questa nuova ondata, spinge molte aziende a convertire i propri spazi in "ambulatori di strada" per consentire di individuare tempestivamente i casi positivi.

Il test costerà 55 euro e in 15 minuti il risultato sarà inviato per e-mail

Nel caso dei due aeroporti, l'idea nasce dalla collaborazione tra ParkinGO – noto network dei parcheggi aeroportuali – e The Prevention Suite, azienda che si occupa di test checkup e profilazione sanitaria. Per poter eseguire il tampone è necessario prenotarsi su internet e pagare 55 euro. Il risultato del rapido sarà poi inviato in quindici minuti tramite e-mail. Il servizio è già attivo da sabato scorso nei parcheggi di Milano Malpensa e dal 15 novembre sarà disponibile in altre città italiane: Venezia, Torino, Verona, Treviso, Firenze, Pisa, Bologna, Ciampino, Olbia e Cagliari. L'idea del gruppo ParkinGo nasce dall'esigenza di riconvertire temporaneamente le strutture: "In questo modo diamo continuità al lavoro e forniamo un servizio utile ai cittadini", spiega Giuliano Rovelli, il founder del gruppo.

Che cosa sono i test rapidi

I tamponi antigenici rapidi sono un'importante novità perché consentono di conoscere in poco tempo la positività al Covid-19. Il test individua però le proteine del virus e questo fa sì che sia meno sensibile rispetto al classico tampone. La fallibilità del rapido rende quindi necessario, in caso di esito positivo, sottoporsi al molecolare. Al momento in Regione Lombardia, seppur con qualche ritardo, si sta valutando l'idea di eseguirlo sui contatti stretti di positivi asintomatici e su coloro che presentano lievi sintomi.