I libri rubati nel 2017 e ritrovati il 16 settembre in un appartamento in Romania
in foto: I libri rubati nel 2017 e ritrovati il 16 settembre in un appartamento in Romania

Una collezionista di Pavia e uno di Padova e un collezionista ed esperto d'arte tedesco potranno riavere i loro preziosi libri, del valore di due milioni di euro, rubati nel 2017 e ritrovati il 16 settembre in Romania. I libri, pronti per essere trasferiti a San Francisco per la 50esima fiera internazionale dei libri antiquari, avevano lasciato l'Italia tre anni fa per raggiungere Feltham, in Inghilterra, tappa fondamentale per raggiungere gli Stati Uniti. Peccato che in California non ci siano mai arrivati: i manufatti sono stati trafugati la notte del 29 e 30 gennaio poco dopo il loro arrivo in Gran Bretagna da un'organizzazione criminale romena specializzati in furti.

Un colpo da "acrobati": i ladri avevano rotto il lucernario del capannone in cui erano custoditi i libri e si erano calati con le corde. E quello che hanno portato via era un bottino da capogiro: il valore complessivo dei libri è di 2 milioni di euro.

I libri ritrovati sotto il pavimento di un appartamento in Romania

Dopo il furto sono scattate le indagini delle forze dell'ordine italiane, romene e inglesi, sotto il coordinamento di Eurojust e Europol. La caccia all'uomo è terminata il 26 gennaio del 2019 quando erano finiti in manette 15 membri della banda: l'operazione aveva portato anche a 45 perquisizioni e il sequestro di materiale probatorio in Italia, Regno Unito e Romania. Ma solo con l'arresto del capo del gruppo, un quarantenne rumeno, eseguito dai Carabinieri del Nucleo TPC di Monza lo scorso 9 gennaio a Torino  in esecuzione di un mandato di arresto europeo emesso dall’autorità giudiziaria inglese, gli investigatori sono riusciti a trovate i libri. Determinante è stata la collaborazione dell'uomo, che ha indicato alla polizia nazionale romena il nascondiglio: i manufatti sotto stati trovati sotto il pavimento di un appartamento confezionati uno a uno e, dunque, in buono stato. Ora verranno riconsegnati ai loro legittimi proprietari.