123 CONDIVISIONI
Coronavirus
3 Giugno 2021
10:02

La Lombardia darà la terza dose di vaccino in autunno: non si farà più negli hub

La Lombardia darà la terza dose di vaccino in autunno. Ad annunciarlo è il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana che ha confermato che è quasi pronto il piano vaccinale per il richiamo: “Non sarà più negli hub ma in strutture diffuse sul territori”. Intanto ora si punta a raggiungere le 140-150mila somministrazioni al giorno e a vaccinare tutti i lombardi con almeno la prima dose entro la fine di luglio.
A cura di Giorgia Venturini
123 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Con il via libera ieri sera alla prenotazione del vaccino per l'ultima fascia d'età, quella che va dai 12 ai 29 anni, si è concluso anche l'ultimo passaggio della campagna vaccinale in Lombardia. Ora Regione punta a chiudere il prima possibile il piano per la terza dose che inizierà in Lombardia dall'autunno: ovvero il richiamo sarà necessario dopo che sono trascorsi 9 mesi dalla prima dose e dunque è già tempo di ripartire con i sanitari, i primissimi ad aver ricevuto il vaccino. "In autunno probabilmente dovremo vaccinarci di nuovo – ha precisato il presidente Attilio Fontana in una intervista rilasciata a Repubblica -. Noi abbiamo quasi pronto un piano per le terze dosi: non più negli hub ma in strutture diffuse sul territori". L'organizzazione dunque potrebbe cambiare: resta il fatto che è tutto da riorganizzare. Per l'autunno regione Lombardia potrà magari contare sulle aziende e sulle farmacie per fare le vaccinazioni: ora il via libera per loro si fa attendere dal momento che ad oggi non ci sono dosi sufficienti per coprire anche altri appuntamenti al di fuori di quelli fissati negli hub.

"Ci siamo attrezzati per le inoculazioni, negli hub vaccinali, di tutti i cittadini con più di dodici anni – ha aggiunto il presidente Fontana -. Con la tranquillità di chi sa di aver già coperto le categorie fragili. Diciamola tutta: siamo stati messi sotto tiro per ragioni politiche. Non è stata una pagina gloriosa per i nemici delle autonomie, e per chi in particolare voleva demolire l'immagine di una Lombardia efficiente. Per fortuna la storia presenta il conto". Le vaccinazioni ora in Lombardia stanno subendo un'accelerazione soprattutto grazie all'arrivo in questi ultimi giorni di un milione di vaccini: ora Regione punta a raggiungere le 140-150mila dosi somministrate al giorno. Così facendo potrà mantenere quanto già promesso dalla vicepresidente Letizia Moratti: "Entro fine luglio tutti i lombardi avranno ricevuto almeno la prima dose di vaccino".

Intanto continua la corsa alla prenotazione ai vaccini per gli over 12: l'ultima fascia di età che ha potuto accedere da ieri sera al portale di Poste italiane, ovvero quella dai 12 ai 29 anni, dopo un'ora dall'apertura del portale di Poste italiane erano già quasi 300mila gli iscritti. Intanto oggi sono state raggiunte le 6.206.315 dosi somministrate di vaccino contro il Coronavirus su 6.730.690 consegnate, per una percentuale pari al 92,2 per cento del totale.

123 CONDIVISIONI
26053 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni