317 CONDIVISIONI
Omicidio di Laura Ziliani: arrestate le figlie
24 Settembre 2021
15:28

I litigi e il sospetto della mamma di Laura Ziliani: “Il mio cuore dice che non si è persa”

Continui litigi in casa, tutti o quasi per la gestione del patrimonio. Dalle indagini e dalle testimonianze raccolte emergerebbero dei rapporti tesi tra le due figlie, Silvia e Paola, il fidanzato di una delle due, Mirto Milani, e la vittima, l’ex vigilessa Laura Ziliani. Oggi la svolta nel giallo con l’arresto dei tre giovani. Alcune delle testimonianze più significative per completare questo quadro sono state quelle della terza figlia di Laura e della mamma, che in una deposizione aveva sottolineato il sospetto che l’ex vigilessa non fosse scomparsa nel bosco.
A cura di Simona Buscaglia
317 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio di Laura Ziliani: arrestate le figlie

Continui litigi in casa, sempre per soldi. Dalle indagini e dalle testimonianze raccolte emergerebbe che la vigilessa Laura Ziliani, scomparsa l'8 maggio scorso a Temù, in provincia di Brescia, e poi ritrovata in un torrente ad agosto, avesse degli attriti di natura economica con le due figlie Silvia e Paola, arrestate oggi insieme al fidanzato 27enne di una di loro, Mirto Milani, con l'accusa di essere i responsabili dell'omicidio. A fornire i dettagli più precisi di questi rapporti tesi è stata la terza figlia, affetta da un lieve ritardo cognitivo, che ha ribadito in più occasioni il fatto che fosse la madre a mantenere le due sorelle, una delle quali "licenziata per ben tre volte", e che entrambe avevano "trattato male la mamma, si arrabbiavano spesso con lei, perché dicevano che lei non le manteneva, non gli dava abbastanza soldi". Le accuse a carico della figlia di 19 anni e dell'altra di 26, insieme al fidanzato 27enne, sono di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Si trovano nel carcere a Brescia.

Litigi confermati anche dalla nonna

I litigi sono stati confermati anche dalla madre della vigilessa, nonna delle due sorelle. L'anziana inoltre ha riferito anche di un forte litigio avvenuto alcuni mesi prima della sparizione tra la figlia Laura e il fidanzato della nipote, anche lui arrestato, scaturito proprio dalle sgradite ingerenze di lui nella gestione del patrimonio familiare. Il ragazzo l'avrebbe accusata di spender troppi soldi per la ristrutturazione di uno degli immobili di proprietà della vigilessa e delle figlie.

La madre della vigilessa: Mia figlia non si è smarrita

"Io non credo che mia figlia si sia smarrita nel bosco". Questa affermazione è stata pronunciata dalla madre della vigilessa morta, che in merito alla scomparsa della figlia aveva aggiunto: "Continuo ad avere il dubbio che nemmeno sia uscita dalla sua abitazione la mattina dell'8 maggio, è il mio cuore di mamma che me lo dice".

317 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni