1.284 CONDIVISIONI
Omicidio di Giulia Tramontano, ultime notizie

Giulia Tramontano, Impagnatiello avrebbe cercato sul web ‘come avvelenare un feto’

Alessandro Impagnatiello, accusato dell’omicidio di Giulia Tramontano, avrebbe fatto ricerche sul web su ‘come uccidere una donna incinta con il veleno’ e su ‘come avvelenare un feto’.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Enrico Tata
1.284 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio di Giulia Tramontano, ultime notizie

Stando a quanto riporta il quotidiano il Giorno, Alessandro Impagnatiello, accusato dell'omicidio di Giulia Tramontano, avrebbe fatto ricerche sul web su ‘come uccidere una donna incinta con il veleno' e su ‘come avvelenare un feto'. Questo sarebbe emerso dalle analisi condotte sul computer del ragazzo. Indizi che confermerebbero la volontà di Impagnatiello di eliminare a tutti i costi il feto di sette mesi della compagna (avevano deciso di chiamare il bimbo Thiago), uccisa con 39 coltellate. Stando ai risultati dell'autopsia, quella fatale sarebbe stata sferrata da dietro alla gola.

Dai primi approfondimenti era già emersa una ricerca sugli effetti del veleno dei topi sugli esseri umani e proprio nell'appartamento di via Novella Senago era stata ritrovata una confezione di topicida. Impagniatiello aveva già provato, prima del 27 maggio, a uccidere Giulia Tramontano? È stato un omicidio premeditato? Su questo le indagini sono ancora in corso e non c'è ancora alcuna certezza, anche perché, per ora, non è stata trovata traccia di veleno nel corpo della 29enne.

Perché è stata uccisa Giulia Tramontano? L'omicida ha dichiarato ai giudici: "Nel momento in cui ho deciso di uccidere la mia compagna non c’era né ira né rabbia né desiderio di vendetta", bensì "la situazione era per me, mi passi il termine, stressante". Secondo lui, Giulia quella sera avrebbe iniziato a tagliarsi come forma di autolesionismo. Lui le avrebbe preso il coltello e l'avrebbe uccisa. Una versione che non ha convito, fin da subito, gli inquirenti.

Poco prima dell'omicidio, Giulia scoprì una relazione tra il fidanzato e una sua collega americana. Secondo i pm il feto nel grembo della ragazza rappresentava un ostacolo per la sua nuova relazione e per questo Impagnatiello avrebbe ucciso la sua fidanzata e soprattutto il bimbo che sarebbe nato due mesi più tardi.

1.284 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni