39 CONDIVISIONI

Donna con una neonata fa da palo mentre i complici rubano nei negozi del centro di Milano con borse schermate

Fuori dai negozi del centro di Milano, una donna con una neonata faceva da palo mentre quattro persone, di età compresa tra i 18 e i 32 anni, rubavano vestiti e oggetti vari. Arrestati per furto aggravato.
A cura di Matilde Peretto
39 CONDIVISIONI
(foto della Questura di Milano)
(foto della Questura di Milano)

Un furto di oltre 2mila euro quello avvenuto lunedì 29 aprile in pieno centro a Milano. I responsabili, quattro cittadini peruviani di età compresa tra i 18 e i 32 anni, sono stati arrestati dalla polizia. Rubavano in diversi negozi di via Torino, piazza Cordusio, via Dante e Corso Vittorio Emanuele utilizzando borse schermate. Fuori da ogni locale, a fare da palo, una quinta persona in compagnia di una neonata in un passeggino. Questa, una donna, è indagata, ma in libertà. Dopo la direttissima, in realtà, anche i quattro complici sono tornati liberi.

Gli autori del furto

Nella giornata di lunedì 29 aprile, i poliziotti della VI divisione della Squadra mobile di Milano hanno individuato un gruppo di quattro persone uscire da un negozio in Via Torino. Controllavano di non essere seguite mentre si dirigevano verso una donna che aveva con sé una neonata in un passeggino. La sua posizione e l'atteggiamento delle altre quattro persone hanno insospettito gli agenti che stavano svolgendo un servizio per il contrasto dei reati predatori.

Dopo averli seguiti fino Corso Vittorio Emanuele e averli visti entrare in un altro negozio, mentre la donna con la piccola rimaneva sempre all'esterno a fare da "palo", i poliziotti hanno deciso di fermarli. Soprattutto dopo che gli agenti hanno visto due di loro impossessarsi di alcuni capi di abbigliamento, per poi allontanarsi dal negozio fino a raggiungere la stazione della metropolitana di San Babila. È proprio qui che sono stati fermati i quattro cittadini peruviani, due uomini di 24 e 32 anni e due donne di 18 e 21 anni, e la ragazza di 23 anni che faceva da palo all'esterno dei negozi.

Cosa avevano rubato

I cinque individui sono stati perquisiti. I due uomini avevano addosso una giacca e un pantalone della tuta dal valore di 280 euro, entrambi nascosti sotto il giubbotto. La ragazza di 18 anni era in possesso di una borsa schermata con dentro un paio di occhiali da sole dal valore di 350 euro e un dispositivo antitaccheggio. La 21enne, invece, aveva con sé un altro paio di occhiali da sole, anch'essi, da 350 euro nascosti all'interno del suo gilet.

La 23enne che faceva da sentinella con il passeggino aveva un sacchetto di carta schermato con alluminio e scotch, un dispositivo per rimuovere le etichette antitaccheggio, un altro aggeggio per l'antitaccheggio danneggiato, 3 paia di occhiali da sole dal valore totale di 900 euro e quattro maglie da calcio, ognuna da 95 euro. La donna è rimasta in stato di libertà, ma è indagata. Gli altri quattro, invece, sono stati arrestati per furto pluriaggravato e continuato in concorso.

39 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views