272 CONDIVISIONI
8 Novembre 2022
7:52

Dall’auto in panne al cellulare scarico: cosa sappiamo sulla morte di Francesco Meazza

Francesca Meazza è stato travolto e ucciso mentre si trovava sulla superstrada 336 che va in direzione Malpensa: sembrerebbe che la sua auto avesse un guasto e che avesse il cellulare scarico. Da qui, la decisione di camminare su quella strada in cui ha perso la vita.
A cura di Ilaria Quattrone
272 CONDIVISIONI

La sua auto sarebbe stata incidentata e il cellulare scarico: proprio per questo motivo Francesco Meazza, il ragazzo di 25 anni travolto e ucciso all'alba di domenica sulla superstrada 336 che va in direzione Malpensa, avrebbe lasciato il mezzo e si sarebbe diretto verso la superstrada probabilmente per cercare aiuto o per trovare un passaggio per rientrare a casa. Al momento sembrerebbe questa l'ipotesi sulla quale gli inquirenti stanno indagando.

La sua Toyota Yaris è stata trovata nel tardo pomeriggio di domenica in un bosco di Cassano Magnago, comune in provincia di Varese: un punto non troppo lontano, come riporta il quotidiano "Il Giorno", dal luogo in cui il ragazzo ha perso la vita. L'auto non avrebbe segni che lascerebbero pensare a un incidente con altri veicoli. Per questo, sembrerebbe che la vettura abbia presentato un malfunzionamento o qualcosa che abbia impedito al ragazzo di proseguire.

Nelle prossime ore si svolgerà l'autopsia

Avendo il cellulare scarico, non ha potuto contattare i familiari per avvisare di avere un problema con l'auto. Gli inquirenti, gli agenti della Polizia stradale Busto Arsizio – Olgiate Olona, stanno lavorando per cercare di sciogliere tutti i dubbi relativi a questo caso. Nelle prossime ore si svolgerà l'autopsia che potrà fornire ulteriori elementi. Meazza originario di Origgio, dove viveva con la sua famiglia e la sorella, aveva trascorso una serata in un locale a Cassano Magnago.

Una volta concluso si era messo in auto per tornare a casa. Da lì, la tragica fine: travolto da un'auto guidata da un 24enne che purtroppo non è riuscito a evitarlo.

272 CONDIVISIONI
Morte Polina Kochelenko, spunta un secondo cellulare: si cerca un uomo misterioso
Morte Polina Kochelenko, spunta un secondo cellulare: si cerca un uomo misterioso
Perché il secondo cellulare di Polina Kochelenko potrebbe dare una svolta alle indagini sulla sua morte
Perché il secondo cellulare di Polina Kochelenko potrebbe dare una svolta alle indagini sulla sua morte
Il mistero dell'uomo trovato carbonizzato in auto: cosa sappiamo finora
Il mistero dell'uomo trovato carbonizzato in auto: cosa sappiamo finora
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni