In Lombardia sono stati registrati 2.134 nuovi casi di Coronavirus su 35.317 tamponi effettuati. È quanto emerge dal consueto bollettino di sabato 16 gennaio diramato dal ministero della Salute. Diminuiscono i contagi rispetto a ieri, quando erano stati registrati 2.205 casi a fronte di 33.947 tamponi complessivi (dei quali 7.412 test rapidi antigenici). In totale dall'inizio della pandemia in Lombardia sono stati eseguiti 5.207.127 tamponi. Aumenta rispetto a ieri il dato giornaliero sui decessi: sono stati segnalati 78 morti nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 68), per un totale dall'inizio della pandemia di oltre 26mila decessi ufficiali nella sola Lombardia, per la precisione 26.172.

I ricoverati negli ospedali della Lombardia

Sul fronte dei ricoveri negli ospedali e nelle terapie intensive della Lombardia, nelle ultime ore il bilancio dei ricoveri in ospedale è aumentato di 63 unità, portando il totale a 3.664 (ieri erano 3.601). Diminuiscono al contrario i ricoveri nei reparti di terapia intensiva: sono 12 in meno (ieri il saldo era stato di 6 pazienti in più) per un totale di 454 persone ricoverate. Continua a crescere il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 428.393 sono 1.212 le persone che sono riuscite a superare la malattia nelle ultime 24 ore.

Covid Lombardia, la situazione nelle diverse province

Per quanto riguarda le province lombarde, sono 729 i nuovi casi di positivi al Coronavirus in provincia di Milano. Sono 103 i nuovi positivi nella provincia di Monza e Brianza, 179 in quella di Varese, 320 in provincia di Brescia, 165 in quella di Como e 143 in provincia di Pavia. La provincia di Bergamo ha registrato 82 nuovi contagi, mentre sono 44 quelli a Lecco e 42 i nuovi contagi nella provincia di Lodi. I contagi registrati in provincia di Cremona sono invece 38, 67 quelli in provincia di Sondrio. Infine, sono 171 i casi in provincia di Mantova.

Da domani, domenica 17 gennaio, la Lombardia torna in zona rossa

Intanto da domani, 17 gennaio, e fino al 31 gennaio la Lombardia torna ufficialmente in zona rossa. Oggi è arrivata l'ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza a ufficializzare una decisione determinata dal peggioramento di alcuni parametri relativi all'andamento dell'epidemia da Covid-19, evidenziati dalla riunione della Cabina di regia di ieri, venerdì 15 gennaio. Non mancano le polemiche sulla decisione: il presidente della Regione Attilio Fontana ha parlato di "una punizione che la Lombardia non si merita" preannunciando ricorso al Tar contro il provvedimento, che però al momento resta confermato. Da domani, quindi, scatteranno ulteriori restrizioni per tutti i lombardi.